Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio - assente - Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio - assente - Chiusi
Adelboden 25 Maggio - assente - Chiusi
Airolo 31 Marzo - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile - assente - Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile - assente - Chiusi
Alleghe(BL) 25 Maggio - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 11 Aprile - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 04 Aprile - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 25 Maggio 0 - 6 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 04 Maggio - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 25 Maggio - assente - Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile - assente - Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile - assente - Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile - assente - Chiusi
Andermatt 13 Maggio 0 - 300 cm Aperti
Aprica(SO) 15 Aprile - assente - Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio - assente - Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 25 Maggio 60 - 130 cm Aperti
Artesina(CN) 11 Aprile - assente - Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile - assente - Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile - assente - Chiusi
Avoriaz 25 Aprile - assente - Chiusi
Ayas(AO) 04 Aprile - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end di maltempo all'estremo sud e sul medio Adriatico, ma attenzione al vortice freddo in arrivo mercoledì...

Depressione in azione sul meridione con maltempo sulle regioni estreme, instabilità sul medio Adriatico, variabile altrove. Tra lunedì e martedì un po' freddo al nord, instabile al centro-sud con rovesci, anche nevosi in Appennino. Tra mercoledì e giovedì vortice freddo in rapido passaggio da est ad ovest sul settentrione con rischio neve anche in pianura. Poi variabilità e temperature in rialzo.

Prima pagina - 12 Marzo 2016, ore 07.42

COMMENTO: qualcuno doveva perdere la sfida su questa previsione di freddo per la prossima settimana. Nonostante per diverse emissioni nessuno dei suoi 20 scenari prevedesse il rientro di correnti fredde da est tra mercoledì e giovedì, il modello americano alla fine ha ceduto all'ipotesi di altri modelli, su tutti quello europeo, che per lo stesso periodo da giorni, pur spesso solo nell'emissione ufficiale, vedeva e vede rientrare una massa d'aria fredda retrograda sul settentrione d'Italia, che potrebbe portare rovesci di neve anche in pianura. Ne prendiamo atto; l'ostinazione di un modello (non certo immune da errori) nel prevedere una data situazione, si è rivelata vincente, qualche volta la razionalità e il metodo scientifico si devono piegare all'evidenza.

SITUAZIONE: una depressione coinvolge ancora le regioni meridionali ed il medio Adriatico, determinando precipitazioni anche abbondanti sulle regioni joniche e più in generale rinnovando condizioni di instabilità. Sul medio Tirreno e sul settentrione l'influsso della depressione è minimo e si limita a qualche annuvolamento irregolare.

EVOLUZIONE: sino a domenica non sono previsti cambiamenti di rilievo, mentre da lunedì si attiverà in modo più netto una corrente orientale sul Paese che spingerà aria moderatamente fredda tra nord e centro, fresca al sud. Si rinnoveranno condizioni di instabilità al centro-sud con anche qualche nevicata lungo la dorsale appenninica del centro, tempo secco al settentrione.

VORTICE FREDDO: prende sempre più corpo l'ipotesi che vede il rapido passaggio di un insidioso vortice freddo in quota sul settentrione tra mercoledì e l'alba di giovedì, che scaverà una depressione al suolo sull'alto Tirreno determinando instabilità al centro-nord ed anche rovesci di neve sin sulla fascia pedemontana del settentrione con qualche momento nevoso possibile anche in aperta pianura e un netto, anche se temporaneo, calo delle temperature.

DA VENERDI 18 a DOMENICA 20: tempo in miglioramento e temperature in rialzo.

ULTIMA DECADE DI MARZO: nuovamente più instabile, a tratti perturbata, per l'azione concomitante delle correnti perturbate atlantiche e di una nuova massa d'aria gelida in discesa dall'Artico verso il nord Europa.

OGGI: al sud e sul medio Adriatico tempo molto instabile e a tratti perturbato con piogge e temporali, localmente di forte intensità e fenomeni più probabili sui settori jonici, limite della neve tra 1300 e 1500m sull'Appennino centro-meridionale; nuvolosità irregolare con ampie schiarite e basso rischio di pioggia sul resto del Paese. Temperature senza grandi variazioni.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum