Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 23 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 24 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 24 Gennaio 30 - 58 cm Aperti
Airolo 24 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 24 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 24 Gennaio 2 - 8 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 24 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 24 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 24 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 24 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 23 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 23 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 24 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 23 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 24 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 23 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Da domenica nuova ONDATA di FREDDO al nord e su parte del centro

Si ridimensiona un po' (ma non troppo) l'ondata di freddo in arrivo, che colpirà soprattutto il nord e marginalmente anche il centro. Maltempo interverrà spesso su medio Adriatico, meridione ed isole. Forse entro giovedì qualche spruzzata di neve anche su parte del nord.

Prima pagina - 14 Gennaio 2017, ore 07.53

COMMENTO: come sempre, avvicinandosi all'evento, i modelli riducono la portata di un'irruzione fredda che non parta con termiche da -15 o -20°C a 1500m. Era inevitabile, ma nel complesso la tenuta dell'impianto barico c'è e l'ondata di freddo, perlomeno al nord e su parte del centro non sarà trascurabile. Quanto alla risposta depressionaria e alla neve, questa coinvolgerà segnatamente medio Adriatico e meridione ma solo dalle quote collinari e solo localmente coinvolgerà anche quelle inferiori. Ci aspetta comunque un inizio settimana da inverno pieno.

SITUAZIONE: dopo il passaggio perturbato di venerdì, che ha portato neve sino in pianura sul Triveneto, Venezia compresa, oggi ci sarà una tregua, seguita dalla formazione di una nuova depressione sul medio Tirreno, che originerà maltempo da domenica in poi, soprattutto sul medio Adriatico e sul meridione, ma con qualche sconfinamento anche sul Tirreno, la Sardegna, l'Emilia-Romagna e l'Umbria orientale.

FREDDO: la massa d'aria artica più fredda giungerà nella giornata di lunedì e porterà termiche di circa -8°C a 1500m sul nord Italia e di -5°C al centro, essa rinvigorirà la depressione che porterà abbondanti nevicate sulle zone interne abruzzesi, moderate sulle Marche e sull'Appennino meridionale sino a 500-600m. Le temperature aumenteranno sensibilmente già nella giornata di mercoledì al centro e al sud, più gradualmente al nord e soprattutto in quota.

EVOLUZIONE: tra lunedì e mercoledì maltempo su medio Adriatico e meridione, in spostamento parziale verso il nord-est e l'Emilia nel corso di mercoledì e poi forse su bassa Lombardia e Piemonte occidentale in quella di giovedì, quando comunque l'azione della depressione tenderà ad indebolirsi, così come l'irruzione fredda.
 
LUNGO TERMINE: sul finire della prossima settimana l'evoluzione prospettata dai modelli diventa difforme con tendenza dell' europeo a rivedere le classiche influenze miti atlantiche o a progettare di soppiatto il ritorno dell'anticiclone, mentre da parte del modello americano c'è ancora fiducia nella dinamicità almeno sino al 25-26 gennaio. Diciamo che oggi siamo ad un bivio importante. I modelli dovranno presto decidere che strada far imboccare all'inverno, se quella classica e scialba degli ultimi anni, o quella impervia votata al freddo e alla dinamicità che abbiamo sperimentato sino ad ora in questo gennaio.

OGGI: temporanee schiarite al nord ma neve sui crinali alpini di confine. Nuvolosità variabile al centro e al sud con qualche fenomeno sparso in mare aperto sul Tirreno e sulle zone interne del meridione con limite della neve a 600-700m. Ventoso al centro e al sud, temperature massime in rialzo al nord-ovest, in calo altrove.

DOMANI: più freddo al nord con nuvolosità irregolare e qualche debole nevicata al mattino sull'Emilia centrale ed orientale e brevi piogge sulla Romagna, piogge sulle coste tirreniche all'alba, rovesci in Sardegna con neve in Barbagia, arrivo della neve su Marche ed Abruzzo sino a quote collinari, maltempo in estensione al sud con neve a 300-600m su Irpinia, Lucania, Molise, poi Frusinate ed Umbria orientale. Nel pomeriggio migliora sull'Emilia-Romagna.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.13: A1 Diramazione Roma Sud

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Monteporzio (Km. 10,1) e San Cesareo (Km. 5) in dire..…

h 20.12: SS81 Piceno Aprutina

incidente

Incidente a 2,209 km prima di S.Martino Maruccina/Innesto Ss81Diramazione Piceno Apr. (Km. 164) i..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum