Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio n/d Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 30 Settembre - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 30 Settembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 28 Settembre - assente - Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio n/d Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 31 Agosto - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: serie di veloci perturbazioni in transito con PIOGGIA e NEVE

Colpito soprattutto il nord e le regioni tirreniche, non mancherà la neve sulle Alpi. Poi dilemma di metà mese: cosa vuole davvero fare l'inverno?

La sfera di cristallo - 8 Gennaio 2016, ore 14.30

Approfittiamo di queste perturbazioni. Approfittiamo di queste piogge e di queste nevicate. Il "lago" di aria fredda che ancora regge in queste ore sul settore alpino consentirà probabilmente precipitazioni anche a quote un po' più basse di quelle stimate dal modello, anche se localmente le inversioni di temperatura potranno anche determinare pericolose "piogge congelantesi" nei fondovalle.

Purtroppo quota neve molto più alta in Appennino, ma in ogni caso preziose piogge su tutto il settore tirrenico, scarse purtroppo su medio basso Adriatico e su molte aree del meridione.

La perturbazione più importante transiterà sabato ma con i venti da ovest avrà uno strascico anche domenica sulle regioni centrali tirreniche sino alla Campania.

Per lunedì è atteso un secondo fronte che determinerà ulteriori precipitazioni al nord, specie a ridosso dei rilievi, venti molto forti di Libeccio sui bacini di Ponente, rovesci a tratti ancora sulle regioni tirreniche.

Martedì e mercoledì farà il suo ingresso aria un po' più fredda e secca di origine artica marittima, ci sarà un po' di vento e continuerà un po' di variabilità su Tirreno e zone alpine di confine. 

Giovedì 14 il dilemma: entrerà una nuova saccatura o l'anticiclone subtropicale farà partire la spallata scaccia perturbazioni, deviando tutta l'aria fredda verso i Balcani e poi ancora Grecia, Turchia e infine Medio Oriente?

L'incertezza è massima, ma è indubbio che il ritorno sulle mappe dell'anticiclone subtropicale è un dato di fatto e in una stagione come questa, dominata dal Nino, potevamo anche aspettarcelo, tuttavia la perdita di assetto del vortice polare fa sempre ipotizzare che l'anticiclone possa ergersi anche in Atlantico, senza necessariamente rimontare su di noi, o più semplicemente lasciarci in pace, almeno per un po'.

SINTESI PREVISIONALE SINO A VENERDI 15 GENNAIO 2016:
sabato 9 gennaio
: al nord e sulle regioni centrali tirreniche, specie sulla Toscana, tempo moderatamente perturbato con piogge diffuse e rovesci, limite della neve tra 700 e 1200m sulle Alpi ma con limiti localmente anche inferiori, specie nelle vallate strette e superiori. Sul medio Adriatico qualche pioggia in penetrazione sulle Marche e sull'Abruzzo interno, per il resto asciutto con nubi irregolari. Sulla Sardegna variabile e ventoso con locali rovesci. Sulla Campania nubi sparse, poco nuvoloso altrove con nubi in parziale aumento. Temperature massime in calo nelle aree soggette a pioggia.

domenica 10 gennaio: al mattino migliora al nord, ancora rovesci sulle centrali tirreniche e sulla Campania con vivace ventilazione occidentale, schiarite sui versanti adriatici, temperature in lieve aumento. 

lunedi 11 gennaio: altra perturbazione in transito al nord con precipitazioni soprattutto a ridosso delle montagne, nevose oltre i 1200m, rovesci o temporali su est Liguria, asciutto per venti di Garbino sull'Emilia-Romagna. Al centro instabile sulle regioni tirreniche con locali rovesci ma soprattutto tanto vento, tempo migliore sul medio Adriatico e al sud ma sempre ventoso.

martedì 12 gennaio: bello al nord salvo nubi sulle zone di confine, nuvolaglia sul Tirreno con locali piogge, ancora un po' di vento ovunque e clima più freddo.

mercoledì 13 gennaio: tempo in miglioramento pur con qualche passaggio nuvoloso, sempre freddo al mattino con gelate dal monte al piano.

giovedì 14 e venerdì 15 gennaio: situazione tutta da definire. Ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.03: A11 Firenze-Pisa

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Svincolo Di Sesto Fiorentino (Km. 1,9) e Allacciamento..…

h 09.00: Roma Via Fonteiana

incidente

Strada chiusa al traffico causa incidente sulla Piazza Fonteiana in direzione Villa Pamphili…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum