Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 21 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 22 Gennaio 34 - 70 cm Aperti
Airolo 22 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 22 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 22 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 22 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 22 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 22 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 21 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 22 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 21 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 22 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: l'urlo del Generale Inverno sullo stivale

Atteso nei prossimi giorni un episodio importante di maltempo invernale lungo i versanti adriatici del Paese. Cielo sereno ma assai freddo altrove, con un picco minimo di temperatura in arrivo per il centro ed il sud. In seguito potrebbe aprirsi la strada l'arrivo della neve anche al nord?

La sfera di cristallo - 4 Gennaio 2017, ore 15.00

Per alcune delle nostre regioni italiane, l'arrivo del GELO sotto la festività dell'Epifania appare un dato ormai conclamato; già in queste ore si mobilita infatti una circolazione d'aria molto fredda di estrazione artico-continentale, pertanto originaria delle steppe settentrionali della Russia (Penisola del Kola), laddove la colonnina di mercurio precipita di molti gradi sotto lo zero. Sono stati misurati ben -34°C a Murmansk, Russia, nel cuore della notte artica.

Ebbene tale massa di gelo conquista in breve tempo i settori orientali d'Europa e la Penisola Balcanica, già dalla prossima notte si getterà poi a capofitto in direzione del nostro stivale.

Entro la tarda serata prevediamo un rinforzo della ventilazione di Maestrale, Tramontana e Grecale a partire dalle regioni settentrionali, poi nel cuore di questa notte, l'arrivo del fronte freddo apporterà precipitazioni dapprima sui versanti del medio e dell'alto Adriatico (Emilia Romagna, Umbria orientale, Marche ed Abruzzo), poi anche sul basso Adriatico, laddove persisteranno per tutta la giornata dell'Epifania e per buona parte di sabato 7 gennaio.

Previste in questa sede isoterme di tutto rispetto, con valori di temperatura pronti a scendere sotto lo zero su diverse città poste anche a quote piuttosto basse.

Per quanto riguarda la parte settentrionale dell'Italia, questa fase di tempo invernale trascorrerà sotto un clima secco ed avaro di precipitazioni almeno sino a lunedì 9 gennaio. Tra martedì 10 e mercoledì 11, una perturbazione potrebbe tuttavia forzare il muro anticiclonico, portando anche su queste regioni un cospicuo contributo di umidità e precipitazioni con possibilità di neve a bassa quota se non addirittura in pianura (da confermare) 

Sintesi previsionale da giovedì 5 gennaio a mercoledì 11: 

Giovedì 5:
precipitazioni in arrivo sul medio ed alto versante Adriatico, nevose a quote progressivamente più basse. Ventoso e progressivamente più freddo sul resto del paese ma senza grossi annuvolamenti. 

Venerdì 6 - Sabato 7: due giornate di tempo pienamente invernale, faranno la loro comparsa fiocchi di neve sino al litorale lungo le coste del medio/basso Adriatico. Altrove cieli sereni accompagnati da una ventilazione gelida e tagliente di Tramontana/Grecale. 

Domenica 8 - lunedì 9: persistono fenomeni residui di instabilità all'estremo sud, tempo buono altrove. Nel frattempo si fa strada un addolcimento delle temperature sensibile soprattutto lungo le coste tirreniche

Martedì 10 - mercoledì 11: arrivo di nuove precipitazioni sull'Italia centrale e settentrionale. Possibile neve sino a bassa quota al nord. Addolcimento generale delle temperature ad esclusione delle regioni settentrionali.
(DA CONFERMARE)


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.20: SS87 Sannitica

catene rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato, ghiaccio nel tratto compreso tra Staz. Di Sepino (Km. 111,1) e 1,231 km prima..…

h 03.06: SS194 Ragusana

frana

Strada chiusa, frana nel tratto compreso tra 1,099 km dopo Giarratana (Km. 67,7) e 10,964 km prima..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum