Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 27 Febbraio 20 - 40 cm Aperti
Adelboden 27 Febbraio 16 - 70 cm Aperti
Airolo 27 Febbraio 10 - 100 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 24 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 27 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 24 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 24 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 27 Febbraio 7 - 43 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 27 Febbraio 10 - 35 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 27 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 24 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 27 Febbraio 30 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 27 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 27 Febbraio 50 - 200 cm Aperti
Arosa 27 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 24 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 27 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

METEO A 7 GIORNI: l'ultima parentesi d'inverno portata dalle correnti orientali, ma...

L'Italia sta per essere interessata da una circolazione piuttosto attiva di bassa pressione, veicolante masse d'aria fredde di origine continentale sul nostro Paese e sui settori centrali d'Europa. Incerta l'evoluzione prevista nei giorni successivi, anche se non mancherà qualche bella giornata di tempo soleggiato, soprattutto a cavallo tra la seconda e la terza decade del mese.

La sfera di cristallo - 15 Marzo 2016, ore 14.40

Ritroviamo in queste ore un'importante figura di alta pressione arroccata ai settori settentrionali del nostro continente; trattasi a tutti gli effetti di una vera e propria "bolla" di calore che, staccatasi dal contesto di origine (le fasce anticicloniche subtropicali) ha dato origine ad una cellula autonoma d'alta pressione a cavallo tra il Regno Unito, la Penisola Iberica ed i settori nord-est europei. Da qui prende il via un flusso vistoso di correnti orientali che giungono sino al nostro Paese, rinnovando condizioni modeste di instabilità. All'interno di questo flusso, un minimo chiuso di bassa pressione muovendosi con moto retrogrado, giunge di gran carriera verso l'arco alpino.

Quest'ultimo risulterà FONDAMENTALE nel plasmare la circolazione atmosferica europea dei prossimi due-tre giorni; atteso infatti un vistoso cambiamento delle condizioni atmosferiche soprattutto sulle regioni del nord, laddove l'azione fredda ed instabile portata dalle masse d'aria di origine continentale, potranno regalare (forse per l'ultima volta) l'arrivo della NEVE sino a quote PIANEGGIANTI.

Quest'ultima dovrebbe cadere senza troppi problemi sulle regioni dell'angolo nord-occidentale (Piemonte) soprattutto nella giornata di domani, mercoledì 16 marzo. Sarà anche il settore d'Italia dove si concentreranno le precipitazioni più abbontanti ed il cielo risulterà più chiuso. Nubi irregolari al centro ed al sud, dove non mancheranno anche qui rovesci sparsi di pioggia a carattere intermittente. Su queste ultime regioni il contesto termico risulterà più temperato, grazie all'azione mitigante portata dal Mediterraneo. 

Seguirebbe un miglioramento graduale delle condizioni atmosferiche che raggiungerebbe il culmine a cavallo tra la fine della seconda e l'esordio della terza decade di marzo (sabato 19 la giornata migliore). In questo frangente le temperature saranno in ripresa sino a valori primaverili e le condizioni atmosferiche risulteranno BUONE, specie sulle regioni settentrionali e lungo i versanti tirrenici. Volgendo lo sguardo alla terza ed ultima decade di marzo sembrerebbe invece farsi strada un nuovo, IMPORTANTE contributo instabile portato dalle masse d'aria fredda di origine ARTICA.

Sintesi previsionale da mercoledì 16 a martedì 22 marzo: 


Mercoledì 16: aumento della nuvolosità su tutto il Paese, precipitazioni diffuse soprattutto all'angolo nord-occidentale italiano, laddove la neve potrà cadere sino a quote pianeggianti. Rovesci sparsi di pioggia e nuvolosità irregolare anche al centro ed al sud. Temperature fredde al nord, più miti al centro e soprattutto al meridione. Ventilazione orientale. 

Giovedì 17 - venerdì 18: miglioramento graduale delle condizioni atmosferiche con temperature in ripresa. 

Sabato 19: complessivamente la giornata migliore del lotto, condizioni di tempo buono e stabile su molte delle nostre regioni italiane, annuvolamenti che persisteranno soltanto sui settori centrali e meridionali del Paese, più densi e compatti sul medio e basso versante adriatico. Temperature primaverili. 

Domenica 20 - martedì 22: si fa strada un nuovo cambiamento delle condizioni atmosferiche, con tendenza a nubi e precipitazioni a partire dai settori occidentali. Temperature nuovamente in calo con ventilazione in rinforzo dai quadranti meridionali. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.38: SS81 Piceno Aprutina

blocco frana

Tratto chiuso causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Penna S.Andrea (Km. 54,8) e Incrocio Cer..…

h 21.37: A3 Salerno-Reggio Calabria

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Svincolo Torano Ca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum