Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 21 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 22 Gennaio 34 - 70 cm Aperti
Airolo 22 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 22 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 22 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 22 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 22 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 22 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 21 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 22 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 21 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 22 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: FREDDO e NEVE ancora nel menù del "ristorante Italia"

Le Alpi e gran parte del nord però potrebbero mancare ancora l'appuntamento con i fiocchi. Nuova scorpacciata di neve per il medio Adriatico e l'Appennino meridionale?

La sfera di cristallo - 10 Gennaio 2017, ore 15.40

SINTESI
L'Italia potrebbe conoscere la seconda ondata di freddo del mese da domenica 15 in poi. Sino ad allora il tempo risulterà spiccatamente variabile ma decisamente meno freddo, anche se non mancheranno momenti debolmente perturbati, fasi di vento e anche qualche nevicata.

COMMENTO
Non si farà in tempo a dimenticare l'afflusso artico dell'Epifania e a prendere fiato perché il nord Europa è pronto a farci vivere nuovi eventi! Attenzione a quanto avverrà tra giovedì 12 e venerdì 13, quando un po' di neve qua e là potrebbe fare la sua comparsa in Valpadana, specie lungo la fascia pedemontana lombarda, Trentino ed alto Veneto, per poi localizzarsi sull'Emilia-Romagna e successivamente sull'Appennino centrale.

Nel fine settimana saranno ancora le zone interne del centro e del sud a sperimentare a tratti situazioni nevose, mentre domenica pomeriggio potrebbe verificarsi ancora qualche spruzzata sull'estremo nord-est e la Romagna.

Il tutto sarà figlio di un vigoroso inserimento di correnti da nord-ovest, in grado di generare piccoli minimi depressionari vaganti al suolo e di rinnovare l'appuntamento con l'aria fredda sul nostro Paese.

Da domenica 15 invece l'aria artica continentale potrebbe tornare a visitare il nostro Paese, determinando la formazione di una depressione più incisiva che non è stata ancora ben inquadrata dai modelli ma che quasi certamente risparmierà il nord, se si eccettuano parziali ingerenze sulla Romagna.

Resta il dilemma delle regioni centrali tirreniche: verranno saltate anche questa volta, oppure la depressione si posizionerà in modo tale da coinvolgere anche Toscana, Umbria e Lazio portando neve sino a Roma?

Al momento questa ipotesi sembra meno accreditata rispetto a quella classica, che vedrebbe il maltempo sempre in azione sul medio Adriatico e sul meridione ma con fiocchi sulla costa su Marche, Abruzzo e al massimo Molise, ma difficilmente all'estremo sud, dove il limite dovrebbe attestarsi tra i 300 e i 400m.

Questo perché la portata dell'irruzione risulterà meno severa rispetto a quella dell'Epifania, anche se non è detto che poi l'aria fredda non decida di prendere un'altra strada, magari più meridionale, ma al momento anche questa non sembra un'ipotesi molto attendibile.

NOTA BENE
C'è sempre il rischio di interventi esterni volti a spezzare questo progetto invernale (leggasi maggiore ingerenza dell'anticiclone) ma è quasi certo che almeno in Adriatico un secondo afflusso freddo ci sarà.

RIASSUNTO PREVISIONALE sino a MARTEDI 17 GENNAIO:
mercoledì 11 gennaio: ultimi rovesci nevosi in Adriatico e sulla Calabria, ultime piogge sulle isole, tendenza a temporaneo miglioramento, ma entro sera già nubi in aumento in Liguria e alta Toscana. Freddo intenso su gran parte d'Italia al mattino, poi più mite da ovest.

giovedì 12 gennaio: passaggio di un primo fronte con piogge soprattutto sulle regioni centrali tirreniche, Liguria, qualche nevicatina su fascia alpina e prealpina, oltre che pedemontana del nord, poi schiarite. Temperature in rialzo.

venerdì 13 gennaio: rapido passaggio di un fronte freddo da nord-ovest con foehn su Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia, rovesci di neve sul nord-est, poi schiarite anche qui, veloce peggioramento al centro e al sud con piogge e nevicate oltre i 600-900m sui rilievi. Ventoso, maestrale forte in Sardegna.

sabato 14 gennaio: instabile al sud e sul medio Adriatico con rovesci sparsi e neve oltre i 600-700m, tempo migliore altrove.

domenica 15 gennaio: altro veloce passaggio perturbato da nord a sud con rovesci nevosi nel pomeriggio sull'Emilia-Romagna, poi lungo tutta la dorsale appenninica del centro-sud oltre i 700m, ma con limite in calo a 300m sul settore centrale e 500m al sud. Ventoso e di nuovo freddo.

lunedi 16 e martedì 17 gennaio: calo termico generale, intenso al nord e su parte del centro, moderato al sud e sulle isole, probabile neve in arrivo su molte zone del centro e del sud ma la distanza temporale impedisce di formulare una previsione precisa.






 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.08: SS113 Settentrionale Sicula

frana rallentamento

Traffico rallentato, frana di materiale fangoso nel tratto compreso tra 8,652 km dopo Svincolo Alta..…

h 01.04: SS372 Telesina

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente che coinvolge più veicoli a 3,952 km prima di Bivio Per Foglianise..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum