Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 22 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Abetone(PT) 22 Febbraio 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 22 Febbraio 24 - 65 cm Aperti
Airolo 22 Febbraio 10 - 150 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 22 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 22 Febbraio 7 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 22 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 22 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 22 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 22 Febbraio 30 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 22 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 22 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Argentera(CN) 22 Febbraio 55 - 200 cm Aperti
Arosa 22 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 20 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 22 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 22 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: fase autunnale piovosa, aspettando una riscossa invernale

Transito di diverse perturbazioni sul territorio, in attesa di capire se l'inverno verrà ancora far parlare di sé in Europa e sull'Italia.

La sfera di cristallo - 2 Febbraio 2017, ore 15.32

5-6 perturbazioni in serie, a tratti anche accompagnate da depressioni. Non si vedevano da mesi e dunque è confortante che siano tornate o stiano per tornare a dispensare pioggia, specialmente laddove si rischiava davvero di piombare entro fine mese in una siccità preoccupante, se non si fosse arrivati ad una svolta.

La svolta comunque c'è stata e le perturbazioni quasi si tamponeranno per transitare sul nostro Paese, determinando precipitazioni che in parte risulteranno nevose sulle Alpi a partire mediamente dai 1200m.

Ci sarà il fronte di venerdì, poi quello di sabato, un altro domenica e infine ancora un altro, più incisivo, atteso per la giornata di lunedì, quando si scaverà una depressione in rapido trasferimento dal settentrione al resto d'Italia, pronta a determinare precipitazioni diffuse, un certo calo termico e un rinforzo sensibile dei venti.

Da notare che la Liguria centro-orientale, la Lombardia, il Triveneto, l'Emilia-Romagna, poi tutte le regioni tirreniche, saranno quelle che sperimenteranno le precipitazioni più insistenti e gli accumuli più generosi.

La prossima settimana nel frattempo andrà a riformarsi l'anticiclone russo siberiano e sotto il suo pancione tenderanno a sfilare verso ovest correnti molto fredde di origine polare continentale, la cui traiettoria è però al momento ancora incertissima. 

Sicuramente potrebbe esserci un'interazione tra le grandi depressioni atlantiche e queste masse d'aria fredde con risvolti nevosi, ma è appena il caso di ripetere ancora una volta che la distanza temporale non ci consente di fornire una prognosi affidabile per il periodo in oggetto. Se ne parlerà comunque specificamente nella rubrica del "fantameteo".

Intanto tra mercoledì 8 e giovedì 9 un'altra depressione potrebbe dare manforte alla precedente sul nostro centro-sud.

SINTESI PREVISIONALE SINO A GIOVEDI 9 FEBBRAIO:
venerdì 3 febbraio: piogge al nord e sulla Toscana, più intense su Liguria di Levante, alta Lombardia, alta Toscana, limite della neve medio oltre i 1200m sulle Alpi, ma con sconfinamenti a quote inferiori nelle vallate superiori, oltre i 1800m sul nord Appennino. Sul resto del centro nuvoloso ma asciutto. Al sud cielo velato, qualche nube bassa sul Tirreno, per il resto schiarite e tempo asciutto e mite.

sabato 4 febbraio: altro passaggio piovoso al nord e questa volta più esteso anche alle regioni centrali tirreniche e alla Campania con piogge e rovesci, nubi anche sul resto del Paese ma con scarso rischio di pioggia, quota neve sempre tra i 1100 e i 1300m sul settore alpino. Temperature quasi invariate.

domenica 5 febbraio: veloce passaggio piovoso tra notte e mattino tra nord e centrali tirreniche, poi fugaci schiarite, altro peggioramento serale sul nord-ovest, specie Liguria con piogge e rovesci, in attesa il resto del Paese.

lunedì 6 febbraio: maltempo su Triveneto, Emilia-Romagna e centro-sud, migliora al nord-ovest, precipitazioni anche intense sull'Emilia-Romagna, le Marche ed il basso Tirreno, temporali sparsi, vento e neve sui rilievi emiliano-romagnoli oltre i 900-1100m, oltre i 1200m sull'Appennino centrale, oltre i 1400m su quello meridionale, temperature in diminuzione.

martedì 7 febbraio: ancora maltempo sul medio Adriatico e sul meridione con neve ad 800-1200m in Appennino, sottovento le centrali tirreniche con schiarite, migliora al nord. Temperature in calo su Alpi e regioni di nord-est. Ancora ventoso al centro-sud.

mercoledì 8 febbraio e giovedì 9 febbraio: possibile una nuova situazione perturbata in arrivo per il centro-sud e le isole maggiori, saltato il nord dove comunque tornerà a fare freddo.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.47: A13 Bologna-Padova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Altedo (Km. 20,5) e Bologna Interporto (Km. 7,9) in direzione B..…

h 18.45: A1 Milano-Bologna

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Milano (Km. 1,2) e Lodi (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum