Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 19 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Abetone(PT) 19 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 19 Gennaio 40 - 70 cm Aperti
Airolo 19 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 19 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 19 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 19 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 19 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 19 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 19 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 19 Gennaio 40 - 130 cm Aperti
Aprica(SO) 19 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 19 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 19 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 19 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 19 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 19 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: una fase intensa di maltempo sul finire di febbraio, poi...

Confermata anche dagli aggiornamenti serali l'avvento di una intensa circolazione depressionaria che terrebbe impegnati i cieli del nostro Paese nel periodo compreso tra sabato 27 e lunedì 29 febbraio. Seguirebbero altre perturbazioni provenienti dal nord atlantico.

In primo piano - 23 Febbraio 2016, ore 21.10

Situazione attuale: il transito di una modesta perturbazione ha apportato fenomeni sparsi di instabilità che nelle ultime 24 ore dalle regioni settentrionali si sono portati sul mezzogiorno d'Italia. Subentrano in queste ultime ore ampie schiarite che dai settori più occidentali del nostro Paese, guadagnano gradualmente terreno verso il meridione. La ventilazione che inizialmente era tesa meridionale, tende in parte ad attenuarsi, le temperature restano stazionarie, allineate su valori ancora miti.

Giovedì 25 febbraio: una nuova depressione penetra sul bacino centrale del mediterraneo.

Superato il primo intermezzo di tempo incerto, un secondo corpo nuvoloso si approssima ad interessare il bacino del Mediterraneo già entro le giornate di giovedì 25 e venerdì 26 febbraio, portando ancora una sventagliata di precipitazioni spsrse dapprima al nord (giovedì) poi anche al centro-sud (venerdì). Farà seguito una nuova, effimera rotazione del vento dai quadranti settentrionali.

Fine mese: in arrivo importante fase di MALTEMPO.

La parte finale di febbraio sembrerebbe affidata ad una vasta ed intensa circolazione di bassa pressione alimentata ancora una volta dalle masse d'aria fredda di origine ARTICA. In questo frangente l'aria fredda tenderà a guadagnare i settori occidentali d'Europa, ne scaturirà la formazione di una figura importante di bassa pressione, caratterizzata dal possedere al suo interno geopotenziali piuttosto bassi, emblematici di un cospicuo apporto d'aria fredda.

Ne scaturirà una fase importante di MALTEMPO che sabato 27 riguarderà soprattutto le regioni settentrionali, laddove prevediamo precipitazioni intense e copiose, con NEVE a bassa quota. Domenica 28 e lunedì 29 l'alimentazione d'aria fredda artica diretta alla depressione potrebbe in parte attenuarsi e questo favorirebbe uno sprofondamento parziale del minimo ciclonico sul basso Mediterraneo. Verrebbero così coinvolte dal maltempo anche LE REGIONI MERIDIONALI, anche se qui il contesto delle temperature sarebbe più elevato, la neve sarebbe relegata solo a quote di montagna.

LUNGO TERMINE: instabilità nord atlantica.

L'evoluzione successiva sarebbe affidata all'instabilità a carattere freddo di origine nord-atlantica. Una serie di veloci impulsi frontali guadagnerebbero l'Europa ed il Mediterraneo centrale, sostenuti da un ramo attivo della corrente a getto polare. Le condizioni atmosferiche sul nostro Paese risulterebbero assai variabili, con le precipitazioni più importanti che privilegerebbero i versanti tirrenici e sarebbero cadenzate a intervalli regolari di tempo. L'andamento delle temperature risulterebbe  in linea con periodo stagionale, possibile ancora la neve a bassa quota specie al nord.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.48: A8 Milano-Varese

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Busto Arsizio (Km. 2..…

h 17.45: A11 Firenze-Pisa

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum