Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 27 Febbraio 20 - 40 cm Aperti
Adelboden 27 Febbraio 16 - 70 cm Aperti
Airolo 27 Febbraio 10 - 100 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 24 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 27 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 24 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 24 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 27 Febbraio 7 - 43 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 27 Febbraio 10 - 35 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 27 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 24 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 27 Febbraio 30 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 27 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 27 Febbraio 50 - 200 cm Aperti
Arosa 27 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 24 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 27 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: prima l'instabilità di matrice CONTINENTALE, poi l'instabilità ARTICA

Uno sguardo al tempo atmosferico previsto nella terza ed ultima decade di marzo: ancora spazio all'azione instabile portata dalle masse d'aria ARTICHE.

In primo piano - 14 Marzo 2016, ore 21.30

Situazione attuale: una circolazione d'aria instabile proveniente da nord-est, ancora concentra banchi nuvolosi sparsi che interessano soprattutto i settori più orientali del nostro Paese. Coinvolte ne risultano pertanto le regioni del versante adriatico, dove la nuvolosità è associata anche a locali piovaschi concentrati soprattutto sui settori di medio e basso adriatico. Schiarite e maggiori intermezzi soleggiati lungo i settori tirrenici. Schiarite anche al nord ad eccezione dell'angolo occidentale del Piemonte. Ventilazione attiva da nord-est su tutto il Paese, temperature fresche la notte, più miti durante il giorno con picchi massimi ancora una volta concentrati sui versanti tirrenici. 


Uno sguardo al tempo dei prossimi giorni: parentesi di tempo instabile INVERNALE garantito da una retrogressione d'aria moderatamente fredda continentale.

Ormai ufficialmente CONFERMATA la retrogressione d'aria fredda continentale che, tra mercoledì 16 e giovedì 17 marzo, condizionerà il tempo atmosferico italiano, portando un breve ma ben assestato episodio di MALTEMPO INVERNALE sulle regioni del nord. La neve tornerà a scendere sino in pianura, specie sul Piemonte occidentale, a bassa quota sul resto del nord. Incerto anche sulla Sardegna e sulle regioni centrali, laddove potranno verificarsi precipitazioni sparse. Temperature fredde specie al nord, più miti al centro e soprattutto al sud.

Il tempo previsto a cavallo tra la seconda e la terza decade di marzo: qualche giorno di anticiclone ma...

Relativamente al periodo compreso tra seconda e la terza decade di marzo, l'alta pressione, rimasta per lungo tempo confinata alle latitudini settentrionali d'Europa, proverà almeno in parte ad estendersi verso il Mediterraneo, occupando in parte anche l'Italia. Ne deriverà una parentesi di tempo un po' più stabile nel periodo compreso tra sabato 19 e lunedì 21 marzo.

Anche in questo frangente la sua espansione sul nostro territorio appare però poco convinta ed è probabile che la sua azione stabilizzante non riuscirà a sopprimere completamente gli addensamenti nuvolosi che potranno verificarsi ugualmente nei settori più esposti ai refoli residui di ventilazione nord-orientale.

Lungo termine: ritorno in grande stile dell'instabilità portata dalle masse d'aria ARTICHE.

Relativamente alla terza decade di marzo, il centro di calcolo europeo sembra invece avere le idee ben chiare; sarebbe ancora L'INSTABILITA' (questa volta legata alle masse d'aria fredda di origine ARTICA) ad interessare il nostro Paese. L'azione instabile trarrebbe origine dalla presenza di una vasta circolazione di BASSA PRESSIONE che dall'Europa settentrionale estenderebbe con gran facilità le sue "spire" verso il Mediterraneo.

Previsione da confermare, seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.38: SS81 Piceno Aprutina

blocco frana

Tratto chiuso causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Penna S.Andrea (Km. 54,8) e Incrocio Cer..…

h 21.37: A3 Salerno-Reggio Calabria

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Svincolo Torano Ca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum