Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio - assente - Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 23 Luglio n/d Aperti
Alpe Cermis(TN) 11 Aprile n/d Chiusi
Alpe di Mera(VC) 04 Aprile n/d Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 23 Luglio n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 04 Maggio n/d Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 13 Maggio n/d Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio - assente - Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 04 Aprile n/d Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: marzo prosegue tra picchi di MALTEMPO ed intermezzi soleggiati

La seconda metà di marzo sarà ancora caratterizzata da una circolazione atmosferica molto dinamica, nella quale si alterneranno fasi instabili portate dalle masse d'aria fredde di origine artica. Non mancheranno neppure intermezzi di tempo soleggiato, garantiti da alcuni provvidenziali promontori anticiclonici.

In primo piano - 15 Marzo 2016, ore 21.20

Situazione attuale: nell'attesa di un passaggio perturbato abbastanza importante nella giornata di domani, mercoledì 16 marzo, l'Italia ha sperimentato una giornata piacevole dal sapore primaverile, soprattutto alle basse quote atmosferiche e lungo le coste. Sulle regioni settentrionali (Val Padana) la nottata di cielo sereno ha favorito tuttavia un ribasso abbastanza importante della temperatura che si è portata su valori vicini o SOTTO lo zero. Fa freddo anche alle quote superiori (Alpi ed Appennino) dove persistono temperature piuttosto fredde, sintomatiche di una circolazione ancora fredda di stampo "quasi" invernale. Nubi che aumentano sulle regioni settentrionali a causa della rotazione del vento dai quadranti meridionali che anticipano il passaggio perturbato atteso dalle prossime ore.

Il tempo previsto sull'Italia nelle prossime ore: un frammento di inverno trapiantato nel cuore della stagione primaverile.

Una retrogressione d'aria moderatamente fredda proveniente dai quadranti nord-orientali europei, entrerà in scena sul palcoscenico atmosferico italiano e mediterraneo già dalle prossime ore, rinnovando condizioni di MALTEMPO. Attese nevicate ed un forte ribasso della temperatura soprattutto sulle regioni settentrionali, laddove ci attendiamo la caduta di NEVE sino a quote PIANEGGIANTI, soprattutto sui versanti padani dell'Appennino Ligure di Ponente e le pianure piemontesi occidentali. Tempo instabile e ventoso anche al centro ed al sud. Picco di freddo atteso sulle regioni settentrionali, mentre altrove la colonnina di mercurio si attesterà su valori un po' più miti.

Uno sguardo a MEDIO TERMINE. 

A cavallo tra la seconda e la terza decade marzolina, sperimenteremo un fisiologico quanto inevitabile aumento della temperatura che sarà favorito anche da una parziale distensione dell'anticiclone europeo sul suolo italiano. A tal proposito le giornate di tempo più stabile, dovrebbero ricadere in concomitanza del weekend sabato 19 - domenica 20 marzo.

LUNGO TERMINE: instabilità ARTICA alla riscossa d'Europa.

Con tutta probabilità, l'ultima parte di marzo vedrà alla ribalta una nuova dinamica atmosferica INSTABILE. Protagoniste della scena sarebbero le masse d'aria fredda di origine artica e le loro interazioni col mar Mediterraneo. Diverse potrebbero essere le parentesi di tempo instabile/perturbato agevolate proprio dalla presenza in ambito europeo, di una grossa quantità d'aria fredda alle quote superiori. Quest'aria così fredda, staccata dal "tessuto" del Vortice Polare, verrebbe catapultata alle medie latitudini del continente europeo da quello che appare come un vero e proprio "scivolamento" di un lobo dello stesso Vortice Polare sul vecchio continente.

Ne potrebbe derivare una fase atmosferica spiccatamente instabile ed anche piuttosto fredda che concluderebbe una mensilità marzolina scandita dai repentini cambi di scena tra l'una e l'altra circolazione atmosferica, una mensilità marzolina tutt'altro che statica.

Conferme o smentite con i prossimi aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.58: A1 Firenze-Roma

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso tra Firenze Sud (Km. 300,9) e Incisa - Reggello (Km. 319..…

h 14.57: Roma Via Flaminia

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente tra Via di Prima Porta e Via Vignanello…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum