Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 23 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Abetone(PT) 23 Febbraio 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 23 Febbraio 20 - 65 cm Aperti
Airolo 23 Febbraio 10 - 150 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 23 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 23 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 23 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 23 Febbraio 7 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 23 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 23 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 23 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 23 Febbraio 30 - 205 cm Aperti
Aprica(SO) 23 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 23 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Argentera(CN) 22 Febbraio 55 - 200 cm Aperti
Arosa 23 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 23 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 23 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 23 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 23 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: la prima decade di marzo instabile e PERTURBATA

La "primavera meteorologica" esordisce ancora sotto condizioni atmosferiche COMPROMESSE. Vediamo nel dettaglio la linea di tendenza pi√Ļ probabile.

In primo piano - 26 Febbraio 2016, ore 21.00

L'evento di forte maltempo che interesserà il nostro Paese in questa fine di febbraio, lascerà dietro di sè il corridoio spianato all'ingresso di altre perturbazioni trasportate alle latitudini mediterranee da una corrente a getto piuttosto tesa proveniente da nord-ovest. Aria molto instabile di origine settentrionale oceanica, troverà infatti una valvola di sfogo preferenziale verso il bacino centrale ed occidentale del Mediterraneo, laddove le previsioni in nostro possesso, mettono ancora in evidenza uno scenario irrequieto e spesso instabile.

Mancherebbero ancora una volta azioni di disturbo portate dalle masse d'aria continentali che risultano ormai messe completamente fuori gioco, mentre al contrario assai importante risulterebbe l'azione instabile portata dalle masse d'aria moderatamente fredde di origine polare-marittima. In buona sostanza stiamo parlando della più classica delle circolazioni depressionarie oceaniche, nella quale persisterebbe una componente piuttosto fredda alle quote superiori e pertanto accompagnata da un andamento delle temperature ancora di tipo invernale.

Spicca all'occhio di noi previsori, la nuova complicazione depressionaria che coinvolgerebbe l'Europa centrale ed occidentale nel periodo compreso tra venerdì 4 e domenica 6 marzo; una nuova saccatura ricolma d'aria fredda in quota, coinvolgerebbe una vasta porzione di territorio europeo, le correnti sull'Italia tornerebbero a disporsi dai quadranti meridionali, favorendo ancora precipitazioni abbondanti lungo i versanti esposti a tale ventilazione.

Non mancherebbero episodi perturbati diretti espressamente alle regioni meridionali, soprattutto nei momenti in cui la componente nord-occidentale dei venti in quota sarà più spiccata. L'esempio tipico della sinottica appena descritta, nella previsione del modello europeo riferita a giovedì 3 marzo, quando una figura piuttosto vistosa di bassa pressione, trasportata verso l'Egeo in seno ad una corrente molto tesa nord-occidentale, apporterebbe maltempo e neve a bassa quota sul medio e basso versante adriatico. Precipitazioni che sarebbero copiose anche sul basso Tirreno. 

Nelle sue linee generali, tale linea di tendenza viene evidenziata anche dalla media Ensemble sia da parte del modello americano che da parte del modello europeo, rendendo questa previsione moderatamente affidabile.

In ogni caso tenetevi costantemente aggiornati. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.23: SS309 Romea

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 15,806 km prima di Marghera/Incrocio Ss11 Padana Superiore (Km. 12..…

h 11.20: A1 Diramazione Roma Sud

coda

Code per 3 km causa viabilit√† esterna non riceve nel tratto compreso tra Barriera Di Roma Sud (Km..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum