Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Abetone(PT) 18 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 18 Gennaio 45 - 70 cm Aperti
Airolo 18 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 17 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 18 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 17 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 18 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 18 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 18 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 17 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 18 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 18 Gennaio 40 - 135 cm Aperti
Aprica(SO) 17 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 18 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 17 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 18 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 17 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: l'atto secondo DELL'INVERNO ormai a portata di mano

Uno sguardo al tempo previsto da qui entro il termine della seconda decade di gennaio. Ecco le ultime novità per l'Italia e per l'Europa.

In primo piano - 11 Gennaio 2017, ore 21.00

Situazione attuale: le masse d'aria GELIDA di origine continentale stanno ormai abbandonando la nostra penisola ed al loro posto subentra una circolazione assai più mite veicolata da venti occidentali oceanici. La residua circolazione di venti orientali ha ancora accumulato nubi basse sulla Valpadana occidentale, addensamenti anche lungo le coste del versante adriatico con residue precipitazioni nevose sino a bassa quota. Annuvolamenti anche sulle regioni di Mezzogiorno e sulla Sardegna. Valori termici ancora freddi ma in graduale risalita, venti nord-orientali in attenuazione e tendenti a ruotare da Libeccio sui mari occidentali. 

Cambio di guardia della circolazione europea: uno sguardo al tempo previsto tra domani, giovedì 12 e venerdì 13 gennaio. 

Si verifica in queste ore un brusco cambiamento nella disposizione delle figure di bassa e di alta pressione sull'Europa; al posto dei flussi d'aria gelida continentale ritroviamo infatti una vasta depressione ricolma d'aria artica con perno sulle coste norvegesi. Ebbene tale circolazione depressionaria trascina sui settori meridionali d'Europa e sin verso il bacino centrale del Mediterraneo, masse d'aria molto miti di origine oceanica che porteranno un'impennata delle temperature su tutto il Paese entro le prossime 24 ore. I venti occidentali (Libeccio) accumuleranno domani, giovedì 12 gennaio, nuvolosità e precipitazioni lungo i versanti tirrenici, con quota neve in sensibile rialzo.

Tale fase avrà una vita molto breve in quanto venerdì 13 la rotazione del vento dai quadranti nord-occidentali porterà con sè una massa d'aria ARTICA sul Mediterraneo con un nuovo, brusco ribasso della temperatura. 

L'enfasi dell'aria ARTICA sull'Italia; nuova instabilità in arrivo tra sabato 14 e domenica 15, poi...

Confermato già da alcuni run, la formazione di una figura di bassa pressione sui settori alto tirrenici nel corso di sabato 14 gennaio con nuove precipitazioni nevose a bassa quota su Lazio, Toscana e forse in un primissimo momento anche le regioni settentrionali. Domenica 15 gennaio il minimo si approfondirà ulteriormente, presentando con tutta probabilità un perno collocato sul basso Tirreno, foriero di nuovo MALTEMPO indirizzato soprattutto alle regioni del Mezzogiorno.

Valori termici in calo ovunque ma più sensibile al nord, dove proseguirebbe un trend avaro di precipitazioni.

Volgendo infine lo sguardo al termine della seconda decade di gennaio, la colata d'aria FREDDA artico-continentale potrebbe arrivare ad interessare persino i paesi dell'ovest Europa con un possibile risvolto freddo e nevoso anche sulle regioni settentrionali che sarebbero soggette all'arrivo di alcune perturbazioni. (da confermare)

Seguite gli aggiornamenti. 
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.07: SS177 Silana Di Rossano

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra 1,781 km dopo Lago Di Cecita/Innesto Ss282 Delle..…

h 23.06: SS90 Delle Puglie

catene sdrucciolevole

Ghiaccio nel tratto compreso tra 6,424 km dopo Grottaminarda/Innesto Ss91 Della Valle Del Sele (Km...…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum