Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 28 Marzo 20 - 40 cm Aperti
Adelboden 28 Marzo 0 - 90 cm Aperti
Airolo 26 Marzo - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 27 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 28 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 28 Marzo 0 - 20 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 28 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 28 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 28 Marzo 0 - 90 cm Aperti
Andermatt 28 Marzo 10 - 380 cm Aperti
Aprica(SO) 28 Marzo 20 - 100 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 25 Marzo 35 - 160 cm Aperti
Arosa 28 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 27 Marzo 20 - 70 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 28 Marzo 60 - 150 cm Aperti
Ayas(AO) 27 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: il modello europeo rincara la dose del maltempo sull'Italia

Questo fine settimana sarà contraddistinto da un sensibile cambiamento delle condizioni atmosferiche sull'Italia e sull'Europa; in seguito l'instabilità potrebbe restare protagonista del tempo europeo ancora per diverso tempo.

In primo piano - 5 Febbraio 2016, ore 20.45

Un promontorio effimero di alta pressione, governa ancora il tempo atmosferico del nostro Paese, tuttavia una vistosa circolazione di bassa pressione inizia ad avvicinarsi al bacino centrale del Mediterraneo. Trattasi di un passaggio perturbato sostenuto da un attivo ramo della corrente a getto che determinerà una sua rapida evoluzione verso lo stivale italiano. Il vistoso sistema frontale associato al transito della depressione, investirà infatti il nostro Paese dalla serata di domani, sabato 6 febbraio, tenendo impegnati i cieli del nostro Paese sino a lunedì 8.

La giornata più perturbata sarà senza dubbio domenica 7 febbraio, una festività che sarà rovinata dalla pioggia su diverse delle nostre regioni. Il richiamo d'aria mite sciroccale sarà imponente e questo determinerà precipitazioni piuttosto copiose e persistenti concentrate soprattutto sui settori più occidentali del nostro Paese, comprese le regioni del nord.

Quota neve attorno gli 800-1000 metri sull'arco alpino, generalmente oltre i 1000 metri sull'Appennino, compreso quello settentrionale. L'arrivo d'aria progressivamente più fredda alle quote superiori, determinerà tuttavia un graduale calo del limite delle nevicate che, entro la serata di domenica, potrebbe addirittura arrivare a sfiorare quote di bassa collina, specialmente su Piemonte e Lombardia. Le precipitazioni guadagneranno anche la Sardegna, nonchè i settori tirrenici centrali e meridionali. 

L'evoluzione successiva oggi più di ieri, sembra confermare l'esordio di una fase atmosferica piuttosto prolungata, nella quale il ritiro dell'anticiclone oceanico lontano dall'Europa, consentirebbe l'ingresso di alcune vistose circolazioni di bassa pressione ricolme d'aria polare-marittima. Mancherebbero valori intensi di freddo ma l'instabilità risulterebbe spesso e volentieri PROTAGONISTA del palcoscenico atmosferico europeo e le nevicate comunque attestate alle quote medie, sarebbero una presenza abituale, soprattutto lungo i crinali di confine dell'arco alpino. Non mancherebbero comunque occasioni di NEVE anche lungo l'Appennino ma al momento escludiamo un coinvolgimento dei candidi fiocchi sino alle quote pianeggianti. 

L'andamento termico sarebbe soggetto ad oscillazioni abbastanza brusche, con effetti più sensibili sull'andamento del tempo atmosferico alle quote superiori (Alpi ed Appennino), laddove si manifesterebbero delle variazioni assai significative sul limite delle nevicate. Nei bassi strati e sulle pianure l'andamento termico sarà più regolare e l'atmosfera spesso ventosa, con una predominanza di venti occidentali (Libeccio e Maestrale). 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.27: A18 Diramazione per Catania

incidente

Incidente nel tratto compreso tra 2,434 km dopo S.Gregorio-Allacciamento A18 Messina-Catania (Km. 4..…

h 21.20: A1 Milano-Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Reggio Emilia (Km. 138,2) e Terre di Canossa - Campegine in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum