Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 23 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 23 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 23 Gennaio 32 - 60 cm Aperti
Airolo 23 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 23 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 23 Gennaio 0 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 23 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 23 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 23 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 23 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 21 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 23 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 23 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 23 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: il FREDDO ancora a due passi dall'Italia

Dopo il grande anticiclone ancora conferme di una nuova irruzione d'aria FREDDA pronta a coinvolgere l'est Europa. Incerto il destino del nostro Paese. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 6 Dicembre 2016, ore 21.10

Situazione attuale: una figura piuttosto vistosa di alta pressione rinforza sull'Europa centro-occidentale, portando con sè qualche giornata di tempo stabile. La coda di un sistema frontale lambisce l'Iberia interessando il Regno Unito, il tempo risulta buono sui settori centrali d'Europa e sul settentrione italiano mentre al centro-sud e soprattutto sulle due isole maggiori è in azione una modesta circolazione di bassa pressione che porta con sè alcune precipitazioni anche a sfondo temporalesco. Valori termici in rialzo al nord, stazionari oppure in lieve calo sul Mezzogiorno. Ventilazione moderata variabile con rinforzi di Tramontana e Grecale al centro ed al nord. 

L'enfasi dell'anticiclone sull'Europa: ecco cosa dovremo aspettarci nei prossimi giorni. 

Già in queste ore, complice la vistosa depressione in piena azione sull'oceano Atlantico, una forte risalita d'aria molto mite di origine subtropicale-oceanica, va ad alimentare una figura di alta pressione che al momento presenta ancora la sua roccaforte tra la Francia e l'Iberia. Nei prossimi giorni tale figura riuscirà ad espandersi in modo deciso sin verso l'area centrale del continente, portando con sè una parentesi di grande stabilità e di grande mitezza. 

Nei bassi strati dell'atmosfera l'aumento delle temperature sarà in buona parte tamponato dalla presenza delle inversioni termiche. Ritroveremo elevati valori di umidità relativa che agevoleranno la formazione diffusa di nebbie e foschie dense persistenti anche durante le ore del giorno. Una copertura di nubi basse si farà vedere soprattutto lungo i versanti tirrenici centrali e settentrionali. Le nebbie più diffuse e persistenti ovviamente sulla Valpadana.

Per il resto abbiamo ben poco da segnalare, un po' di nuvolosità persisterà soltanto all'estremo sud. Valori termici miti. 

Medio e lungo termine: l'aria fredda torna a lambire il nostro territorio nazionale. Potente raffreddamento del nord-est europeo. 

Una modesta pulsazione dinamica dell'alta pressione verso le latitudini settentrionali, porterà con sè una nuova colata d'aria GELIDA che dai settori scandinavi e dal nord della Russia scenderà sino alle medie latitudini dell'Europa orientale. Questa pare essere l'evoluzione più probabile nel periodo compreso tra lunedì 12 e giovedì 15 dicembre. Oltre tale limite per adesso sarebbe meglio NON spingersi. 

Quali prospettive per l'Italia?

Dopo la calma piatta portata dall'anticiclone, una nuova rotazione del vento dai quadranti nord-orientali (Tramontana- Bora- Grecale) da lunedì 12 dicembre in avanti. Nuovo raffreddamento delle temperature con ricambio d'aria nei bassi livelli e dissoluzione delle nebbie e delle nubi basse. Fenomeni di instabilità a carattere freddo possibili soprattutto sui versanti adriatici centrali e meridionali, tempo buono altrove. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 13.32: A25 Torano-Pescara

coda incidente

Code causa incidente a Svincolo Chieti-Pescara-Raccordo Ch-Pe (Km. 177,6) in uscita in entrambe le..…

h 13.31: Roma Via di Boccea

incidente

Incidente sulla Via di Pantan Monastero possibili rallentamenti…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum