Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 27 Febbraio 20 - 40 cm Aperti
Adelboden 27 Febbraio 16 - 70 cm Aperti
Airolo 27 Febbraio 10 - 100 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 24 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 27 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 24 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 24 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 27 Febbraio 7 - 43 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 27 Febbraio 10 - 35 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 27 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 24 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 27 Febbraio 30 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 27 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 27 Febbraio 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 27 Febbraio 50 - 200 cm Aperti
Arosa 27 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 25 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 24 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 27 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: ancora sussulti di tempo invernale

Uno sguardo all'evoluzione atmosferica attesa sul nostro Paese sino alla soglia della terza decade marzolina: ancora molti gli scenari di tempo incerto.

In primo piano - 11 Marzo 2016, ore 21.30

Situazione attuale: una circolazione modesta di bassa pressione, alimentata da freddi venti orientali, ancora interessa la nostra penisola, determinando annuvolamenti sparsi che interessano un po' tutto il nostro Paese, mostrandosi però più attivi sulle regioni meridionali e lungo i versanti adriatici. Come anticipato la ventilazione risulta tesa orientale, specie al centro ed al nord, mentre al sud risulta moderata variabile.

Uno sguardo al tempo dei prossimi giorni: flusso di correnti orientali sull'Italia, rovesci e precipitazioni al centro ed al sud.

Relativamente alle condizioni atmosferiche previste sull'Italia nell'immediato futuro, segnaliamo la persistenza di una circolazione attiva di bassa pressione alimentata da aria moderatamente fredda di origine continentale. Il perno della vasta ansa depressionaria in sede Mediterranea, andrà a collocarsi sui mari meridionali italiani, laddove si concentreranno anche gli episodi più organizzati di instabilità, inseriti in un contesto di spiccata variabilità nella quale non mancheranno neppure occasionali schiarite. Nubi che guadagneranno spesso e volentieri anche le regioni del NORD ma senza essere associate a precipitazioni significative. L'andamento della temperatura continuerà invece ad essere di tipo INVERNALE con temperature fredde soprattutto la notte, mitigate durante il giorno dal sole marzolino.

Mercoledì 16, giovedì 17 marzo: l'ultimo atto della stagione invernale, FORSE affidata ad una retrogressione d'aria continentale.

Ancora al vaglio delle previsioni deterministiche, l'intervento di una breve ma intensa fase di MALTEMPO INVERNALE trapiantata nel cuore della primavera meteorologica. Trattasi a tutti gli effetti di un impulso d'aria assai fredda di origine continentale che, scivolando lungo il fianco meridionale dell'anticiclone, sarebbe responsabile dell'ultimo episodio realmente invernale della stagione 2015/2016.

Soprattutto sulle regioni settentrionali, tornerebbe a farsi vedere un clima decisamente rigido per la stagione, una nuova "sventagliata" di instabilità porterebbe le nevicate sino a quote prossime la pianura. Questa evoluzione resta ancora da confermare ma le sue probabilità di realizzazione appaiono in aumento.

Medio e lungo termine: ritorneranno davvero condizioni anticicloniche?

Nel periodo compreso tra la fine della seconda e l'avvento della terza ed ultima decade marzolina, l'anticiclone potrebbe ancora una volta avere più difficoltà del previsto ad espandersi in modo deciso sul Mediterraneo. Il centro di calcolo europeo mette infatti in risalto ancora una circolazione atmosferica piuttosto instabile. Ritornerebbero a dettar legge le correnti fredde di origine ARTICA, prolungando sul nostro Paese e sul bacino del Mediterraneo, una fase di tempo incerto anche per la terza decade marzolina. Previsione ovviamente bisognosa di ulteriori conferme. 

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.38: SS81 Piceno Aprutina

blocco frana

Tratto chiuso causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Penna S.Andrea (Km. 54,8) e Incrocio Cer..…

h 21.37: A3 Salerno-Reggio Calabria

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Svincolo Torano Ca..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum