Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 19 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Abetone(PT) 19 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 19 Gennaio 40 - 70 cm Aperti
Airolo 19 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 19 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 19 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 19 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 19 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 19 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 19 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 19 Gennaio 40 - 130 cm Aperti
Aprica(SO) 19 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 19 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 19 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 19 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 19 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 19 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tra giovedì 11 e venerdì 12 altro passaggio perturbato?

I modelli stanno individuando gradualmente un nuovo guasto tra giovedì 11 e venerdì 12 febbraio.

In primo piano - 2 Febbraio 2016, ore 09.27

Il modello americano nella media degli scenari che propone stamane, strizza l'occhio ad un possibile secondo passaggio perturbato, tra giovedì 11 e venerdì 12 febbraio.

Trattandosi di una previsione a così lunga scadenza, è chiaro che interverranno da qui ad allora numerosi aggiustamenti.

Ciò che preme sottolineare è che l'ondulazione delle correnti occidentali continuerà e non avremo il ritorno deciso dell'alta pressione dopo il passaggio piovoso del 6-7 febbraio.

Anche il modello europeo nella sua corsa ufficiale e in un'analisi più approfondita che riguarda tutte le emissioni complementari rispetto al parametro della pressione, vede un secondo passaggio perturbato, seppur rapido, tra giovedì 11 e venerdì 12 febbraio.

Tra l'altro la depressione al suolo che l'accompagnerebbe risulterebbe molto profonda ma il vortice rimarrebbe comunque confinato al nord delle Alpi, senza coinvolgere direttamente il Mediterraneo.

E' molto importante che le correnti atlantiche seguitino ad incalzare l'alta pressione con le loro ondulazioni, in caso contrario con molta facilità il nostro "mostro" con i suoi tentacoli alla "Davy Jones" tornerebbe facilmente a dominare la scena nel Mediterraneo.

L'uscita della corrente a getto dal Canada infatti resterà ancora un po' troppo violenta, ma queste ondulazioni sarebbero sufficienti al nostro Paese per ritrovare un minimo di normalità stagionale, sebbene di tipo più autunnale che invernale.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 17.53: Roma Viale del Tintoretto

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Viale Aldo Ballarin e Via del Serafico..…

h 17.51: A19 Palermo-Catania

problema sdrucciolevole

Fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra 8,694 km dopo Enna (Km. 119,4) e 8,339 km prima d..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum