Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 25 Marzo 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 26 Marzo 0 - 100 cm Aperti
Airolo 26 Marzo 0 - 160 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 26 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 26 Marzo 5 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 24 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 26 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Marzo 5 - 90 cm Aperti
Andermatt 26 Marzo 10 - 400 cm Aperti
Aprica(SO) 25 Marzo 30 - 120 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 25 Marzo 35 - 160 cm Aperti
Arosa 26 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Marzo 30 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 26 Marzo 70 - 160 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tempo INCERTO sull'Europa e sull'Italia sino alla prima metà di febbraio, poi...

Previste ancora diverse giornate dominate da una circolazione di VENTI ORIENTALI ma SENZA grandi valori di freddo, poi un cambiamento dalla seconda metà del mese.

In primo piano - 7 Febbraio 2017, ore 21.10

Situazione attuale: Una nuova figura di bassa pressione prende vita in queste ore sul bacino centro-occidentale del Mediterraneo, portando con sè un aumento della nuvolosità che si fa vedere in queste ore sulle regioni del nord e sulla Sardegna. La giornata è trascorsa in gran parte sotto condizioni atmosferiche discrete, addensamenti più densi sulle coste adriatiche e sull'estremo sud. Valori termici in generale rialzo, ventilazione debole.

Nuovo, IMMINENTE. cambiamento del tempo atteso sull'Italia: ecco la linea di tendenza prevista nelle prossime 72 ore.

Una nuova perturbazione prenderà vita nel corso della prossima notte in prossimità della Corsica, organizzando un sistema nuvoloso che interesserà in un primissimo momento le regioni del centro-nord, per poi abbandonare velocemente questi settori, concentrando i propri effetti al centro-sud. Le prime precipitazioni le ritroveremo già domani mattina sulla Liguria, in successiva estensione al Piemonte occidentale, laddove riscontreremo nevicate sino a BASSA QUOTA.

Nella notte tra mercoledì e giovedì, l'approfondimento del minimo di bassa pressione con perno sulla Sardegna, porterà con sè un netto cambiamento del tempo che si farà sentire nell'isola omonima e sulle regioni centrali e meridionali. Riscontreremo precipitazioni a carattere diffuso e persistente su Toscana, Lazio, Campania e Calabria, precipitazioni intermittenti anche a carattere di rovescio o temporale sulle due isole maggiori.

Miglioramento del tempo venerdì 10 febbraio, con ultime precipitazioni sul Mezzogiorno, schiarite altrove. Per tutto il periodo prevediamo valori di freddo moderato al nord e su parte del centro, più mite al sud ed isole.

Medio e LUNGO termine: le novità proposte dalla previsione serale del modello europeo.

Una figura piuttosto importante di alta pressione è prevista prender campo sull'Europa nel corso della seconda decade di febbraio. I massimi anticiclonici resteranno per tutto il periodo preso in esame ben ancorati a nord dell'Italia, favorendo in tal modo una circolazione di venti nord-orientali che dai Balcani muoveranno masse d'aria fredda verso il nostro Paese. A risentirne maggiormente saranno le regioni dell'Italia settentrionale, laddove avremo per gran parte del periodo, infiltrazioni d'aria più fresca. Al centro ed al sud i valori termici saranno più miti.

L'ingresso franco dell'aria gelida sul bacino centrale del Mediterraneo verrà resa difficoltosa alla persistenza di un collegamento d'aria calda subtropicale tra l'anticiclone nord Europeo e la fascia delle latitudini settentrionali africane.

A complicare ulteriormente la situazione la presenza di una figura di bassa pressione arroccata stabilmente nella fascia delle basse latitudini a cavallo tra l'Iberia ed il Marocco.

Sul finire della seconda decade di febbraio, tale situazione potrebbe infine prendere due percorsi differenti:

- Un "appianamento" dell'onda di calore rivolta alle latitudini settentrionali, quest'ultima tornerebbe a ripiegare su se stessa, verrebbe così favorito il consolidamento dell'alta pressione sui settori centrali d'Europa.

- La seconda ipotesi porterebbe ad una nuova, importante pulsazione dell'anticiclone verso il nord Atlantico e la Groenlandia, in tal caso potrebbero aprirsi diverse strade, tra le quali la più probabile potrebbe condurci verso un'ondata d'aria fredda ARTICA sull'Europa.

Seguite tutte le news su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.41: A90-GRA Appia-Aurelia

coda rallentamento

Code a tratti, traffico intenso nel tratto compreso tra 10 m dopo Svincolo 30: Allacciamento Autos...…

h 08.41: A12 Genova-Rosignano

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciamento A7 Milano-Genova..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum