Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio n/d Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 29 Settembre - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 29 Settembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 28 Settembre - assente - Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio n/d Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 31 Agosto - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

SETTEMBRE esordisce ancora con l'anticiclone, tuttavia...

La partita dell'atmosfera torna a svolgersi lungo i binari di una spiccata meridianizzazione; vediamo nel dettaglio cosa potremo aspettarci nel futuro.

In primo piano - 28 Agosto 2016, ore 20.25

L'estate 2016 ha riservato nella zona Cesarini della stagione, una "fiammata" africana dalla portata considerevole, sicuramente una delle parentesi di calura più intense dell'intero periodo estivo. Nei prossimi giorni, questa bolla di calore tenderà almeno in parte ad affievolirsi, lasciando in eredità condizioni atmosferiche un po' più instabili ma anche decisamente più umide, uno standard atmosferico tipico dei regimi altopressori africani nella loro conclusione. I valori di calura associati all'elevato quantitativo di umidità relativa, tendono ora a prevalere nettamente rispetto al clima ventilato e secco dei giorni scorsi, avviando di fatto una nuova fase atmosferica per il nostro Paese, quella più fastidiosa ed indigesta ai più, è il momento dell'AFA!

Guardando al calendario, se si esclude l'accorciamento inevitabile delle giornate, nulla sembra essere cambiato rispetto al cuore di luglio, ed in effetti quest'anno manca all'appello un grande protagonista delle estati del lontano passato; stiamo parlando del flusso umido e soprattutto instabile garantito dall'attività depressionaria oceanica.

Con l'avanzare della stagione, il ribasso progressivo del Fronte Polare facilità l'ingresso delle perturbazioni oceaniche sul Mediterraneo, avviando i primi veri BREAK alla calura estiva che hanno così modo di manifestarsi dalla seconda metà di agosto in avanti. Tuttavia, sino a questo momento, non abbiamo avuto nulla di quanto raccontatovi sinora ed in effetti una spiegazione c'è: la possiamo trovare nel comportamento delle figure bariche sul continente europeo, in conseguenza di quella che appare essere come una vera e propria crisi della corrente a getto.

Quel nastro trasportatore, un vero e proprio FIUME in piena che separa fasce atmosferiche dalle diverse caratteristiche, secondo un meccanismo ben collaudato, sembra ora in una fase di stanca, rendendo così difficoltosa l'avanzata dei sistemi perturbati oceanici dalla sede di origine verso il bacino del Mediterraneo.

In questo scorcio di stagione, il moto prevalente insito nelle masse d'aria, non è più quello classico portato dalle correnti occidentali ma tende a svolgersi attraverso lo scambio "botta e risposta" tra masse d'aria calda e masse d'aria fredda, prevalendo nella circolazione atmosferica, scambi meridiani assai spiccati. Tale comune denominatore sembra destinato a rimanere immutato anche dei giorni e nelle settimane a venire, ma la stagione autunnale, in un modo o nell'altro, troverà comunque il modo di far giungere a termine la lunga fase anticiclonica che ormai da diverso tempo si trascina sul Mediterraneo, concedendo soltanto dei brevi strappi.

Nell'aggiornamento serale del modello americano, vi mostriamo uno degli stratagemmi sfruttabili dall'atmosfera per apportare un cambiamento del tempo in chiave temporalesca, cui seguirebbe l'inevitabile riduzione delle temperature.
La presenza di forti anticicloni collocati in posizione anomala alle elevate latitudini, rappresenta forse l'espressione più tangibile di una "partita", quella dell'atmosfera, svolta attraverso gli scambi di calore "nord-sud".


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.38: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Viale Certosa e Svincolo Di Cormano (Km. 131,9) in direzione Br..…

h 20.27: A4 Milano-Brescia

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara (Km. 138,5) in u..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum