Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Abetone(PT) 10 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Adelboden 10 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Airolo 21 Novembre - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 28 Novembre - assente - Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 09 Dicembre 0 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 10 Dicembre 0 - 40 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 09 Dicembre 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 28 Novembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 10 Dicembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 09 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 28 Novembre - assente - Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 28 Novembre - assente - Chiusi
Andalo(TN) 09 Dicembre 0 - 13 cm Aperti
Andermatt 10 Dicembre 30 - 110 cm Aperti
Aprica(SO) 10 Dicembre 20 - 40 cm Aperti
Arcidosso(GR) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 10 Dicembre 10 - 50 cm Aperti
Artesina(CN) 09 Dicembre 20 - 20 cm Aperti
Asiago(VI) 28 Novembre - assente - Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 09 Dicembre 10 - 0 cm Aperti
Avoriaz 10 Dicembre 30 - 40 cm Aperti
Ayas(AO) 09 Dicembre 20 - 50 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sempre più probabile un cambiamento del tempo nel corso del mese di febbraio, ecco perchè

Confermato anche dagli aggiornamenti odierni un cambiamento del tempo portato dalle correnti più fredde ed instabili di origine nord-atlantica. Vediamo nel dettaglio la linea di tendenza e le sue possibili cause.

In primo piano - 28 Gennaio 2016, ore 17.00

In quest'ultma settimana di gennaio stiamo assistendo all'ultimo, furente processo di ricompattamento del Vortice Polare in trosposfera che porta alle latitudini settentrionali europee, un rinforzo della corrente a getto zonale, cioè di quella fitta rete di correnti occidentali umide e temperate che separano le masse d'aria tiepide ed anticicloniche presenti alle latitudini mediterranee e basso europee, da quelle assai più fredde ed instabili presenti nella fascia subpolare. Questa condizione, cioè la presenza di un Vortice Polare così compatto e strutturato, deve ora fare i conti con l'inesorabile avanzata della stagione che porterà con sè, una ripresa graduale degli scambi di calore che in questo frangente sarebbero favoriti proprio dall'aumentare del gap termico presente tra la fascia polare e la fascia subtropicale. 

Coerentemente con quanto oggi ipotizzato dai principali centri di calcolo, il mese di febbraio potrebbe quindi presentare all'appello l'ennesimo tentativo della natura di riportare un quadro circolatorio nuovamente irrequieto e disturbato, anche se in questo frangente non viene messo in evidenza alcuna potente elevazione dell'alta pressione alle latitudini settentrionali, bensì un ribasso del Fronte Polare che dall'oceano Atlantico e dall'Europa settentrionale arriverebbe a lambire il Mediterraneo. 

Non c'è solo questo; da un rallentamento della corrente a getto ne conseguirebbe la formazione di una saccatura, cioè una figura di bassa pressione che in questo caso sarebbe alimentata direttamente da una massa d'aria fredda di origine nord-atlantica. Al momento una buona parte delle previsioni sembra sposare la tesi di una figura ciclonica il cui perno sarebbe centrato sull'Europa occidentale (Regno Unito - Golfo di Biscaglia), in grado di scatenare sul Mediterraneo centrale e sull'Italia, un flusso piuttosto teso di venti meridionali umidi e tiepidi (sabato 6 febbraio). Solo successivamente, con l'avvicinarsi del fronte freddo al bacino centrale del Mediterraneo subentrerebbe un calo della temperatura portato da una massa d'aria fredda di origine polare marittima

Questo a grandi linee il quadro previsionale ipotizzato dai modelli nella prima decade di febbraio. Per tale periodo in realtà la previsione è ancora quella di un Vortice Polare abbastanza compatto, anche se i nuovi warming provenienti dall'alta stratosfera, potrebbero ben presto minare alla stabilità della struttura, aprendo tutto un ventaglio di nuovi scenari al momento poco diagnosticabili. 

 

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.14: A8 Diramazione Per Gallarate-Gattico

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese e Castelletto Tic..…

h 01.13: A9 Lainate-Chiasso

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese (Km. 10,7) e Chia..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum