Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prossimi ad un evento ben assestato di freddo invernale

Giungono ormai continue conferme circa l'arrivo di un'evento piuttosto intenso di freddo e neve che riguarderà il nostro Paese nel periodo compreso tra la seconda e la terza decade di gennaio. Analizziamo insieme il punto della situazione.

In primo piano - 13 Gennaio 2016, ore 17.00

Ad un passo decisivo per una svolta invernale davvero degna di tal nome; ormai tutti i centri di calcolo confermano l'avvento di una fase bene attestata di freddo prevista sull'Europa dalla seconda metà di gennaio in avanti. Trattasi questo del primo evento invernale che avrà come obiettivo principale, l'interessamento delle nostre regioni italiane che sinora hanno vissuto un ruolo totalmente marginale per quanto riguarda tutte le più importanti avvezioni d'aria fredda rivolte alle medie latitudini.

Tutto questo nasce in un contesto di Vortice Polare ormai indebolito e disturbato dalle continue intrusioni di calore che dalla fascia subtropicale, muovono verso le elevate latitudini settentrionali. Da un vortice canadese ormai indebolito e frammentato, onde di calore sempre più pronunciate interessano i settori del medio ed alto oceano Atlantico, costituendo quello che in meteorologia viene definito col termine di "blocking". In questo caso un blocco all'entrata delle correnti miti oceaniche che hanno contribuito a "rovinare" la prima parte dell'inverno meteorologico sull'Europa.

Nei prossimi giorni l'Italia sperimenterà una discesa d'aria piuttosto fredda di origine artica ma con ascendenze continentali, anche se ci sono ancora delle discrepanze previsionali abbastanza forti tra la linea di tendenza emessa dal centro di calcolo americano e quella emessa dal centro di calcolo europeo.

Tra sabato 16 e domenica 17 gennaio, l'avvento della massa d'aria fredda di stampo artico-continentale trascinerà con sè valori termici di tutto rispetto sia alla quota di 500hpa, laddove sono previsti valori sino -35°C, sia alla quota di 850hpa, con valori attestati a -10°C sui settori più orientali dell'Italia. In questa fase gli episodi di maltempo e le eventuali nevicate sarebbero attestate soprattutto sui versanti adriatici dei settori centrali e meridionali dell'Italia. Martedì 19 gennaio il premio della neve potrebbe invece "baciare" le regioni settentrionali, col transito di un sistema frontale oceanico agganciato dalla vasta circolazione d'aria fredda presente sull'Europa.

A tal proposito urgono però ancora diverse conferme. 

Seguite tutte le news. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.46: T1-TRF.Bia Traforo Del Monte Bianco

coda

Code a Piazzale Lato Francese (Km. 3) in direzione Courmayeur dalle 16:36 del 30 lug 2016 Tempi..…

h 16.44: A5 Torino-Courmayeur

coda rallentamento

Code per 2 km causa traffico intenso tra Pont Saint Martin (Km. 57,6) e Verres (Km. 70) in direz..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum