Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: tutti i dettagli sulla nuova perturbazione in arrivo tra venerdì 12 e sabato 13:

Il mantenimento di una circolazione occidentale della ventilazione, trascina con sè sistemi nuvolosi forieri di tempo incerto su diversi dei nostri settori italiani. In questo articolo ci occuperemo della nuova perturbazione attesa sull'Italia tra la serata di domani, venerdì 12 e sabato 13 febbraio; quali saranno le regioni colpite? Dove nevicherà?

In primo piano - 11 Febbraio 2016, ore 11.35

Una nuova perturbazione attraverserà il nostro Paese tra la giornata di domani, venerdì 12 febbraio e sabato 13, interessando ancora una volta i settori di medio ed alto Tirreno e concentrando questa volta parte delle precipitazioni anche sulle regioni settentrionali. Il transito della perturbazione si verificherà in un contesto di geopotenziali piuttosto bassi, sintomatici della presenza d'aria fredda in quota che risulterà determinante nello stabilire l'altezza della quota neve sulle nostre montagne, quota neve che in questo frangente potrebbe spingersi piuttosto in basso. 

Le prime avvisaglie circa un nuovo cambiamento del tempo si faranno sentire già dalla mattinata di domani, quando la nuvolosità tenderà ad intensificarsi piuttosto velocemente su tutto il comparto nord-occidentale italiano. Una rotazione più decisa del vento dai quadranti meridionali, determinerà un trasferimento degli addensamenti nuvolosi verso i settori tirrenici centro-settentrionali del nostro Paese (in questo momento le nubi più intense sono invece collocate sui settori tirrenici centro-meridionali). 

Le prime precipitazioni invaderanno rapidamente l'angolo nord-occidentale già dal tardo pomeriggio di venerdì 12, mostrandosi più intense sulla Liguria, nonchè sui settori alpini e prealpini. Con l'arrivo delle ore serali e notturne, rapida estensione dei fenomeni sulle regioni centrali tirreniche (Toscana e Lazio settentrionale), piogge e nevicate che non tarderanno a manifestarsi anche lungo l'arco alpino centrale ed orientale (Veneto - Friuli)

L'umidificazione della colonna d'aria dopo la fase secca e favonica di queste ore, determinerà un naturale ribasso della temperatura negli strati medio-bassi dell'atmosfera, quest'ultimo elemento sarà di fondamentale importanza nello stabilire il limite delle nevicate che in questo frangente andrà collocandosi piuttosto in basso, arrivando a sfiorare quote di bassa collina specie lungo i settori alpini e prealpini. (500-700 metri). Sulle regioni settentrionali questo ribasso della quota neve sarà favorito anche dalla presenza d'aria fredda in quota (circa -30°C a 500hpa), parte di questo freddo verrà quindi rovesciato al suolo con le precipitazioni. La quota neve sarà invece assai più elevata sulle regioni centrali, laddove l'azione tiepida portata dai venti meridionali, confinerà la quota neve oltre i 1000 metri. 

Miglioramento veloce ma effimero delle condizioni atmosferiche nella mattinata di sabato 13, seguito da un nuovo aumento delle nubi lungo tutto il versante tirrenico già dalle ore pomeridiane. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.08: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 4 km causa incidente nel tratto compreso tra Bologna San Lazzaro (Km. 22,2) e Allacciamen..…

h 14.02: A14 Bologna-Ancona

coda incidente

Code per 5 km causa incidente nel tratto compreso tra Castel S.Pietro (Km. 38,2) e Allacciamento R..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum