Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News dal modello americano: prima l'instabilità, poi l'anticiclone?

Uno sguardo all'evoluzione atmosferica proposta dal modello americano entro la terza ed ultima decade di febbraio mette in risalto l'arrivo di un nuovo periodo di anticiclone per il Mediterraneo. Nei prossimi giorni verrà invece dato ampio spazio all'instabilità portata dalle masse d'aria originarie delle latitudini settentrionali europee.

In primo piano - 12 Febbraio 2016, ore 17.30

La circolazione atmosferica di queste giornate è caratterizzata da una spiccata variabilità nella quale piacevoli intermezzi soleggiati si alternano a giornate di pioggia e nuvolosità. Tutto merito (o demerito) delle correnti instabili provenienti dall'oceano che trasportano con sè, grandi quantitativi di umidità. Un sensibile abbassamento del Fronte Polare, determina tra le altre cose, una quota neve abbastanza modesta soprattutto sulle nostre regioni settentrionali, questa è una buona occasione per Alpi e Prealpi di vedere accumuli nevosi anche importanti. Nei prossimi giorni si consumerà probabilmente L'ULTIMA parentesi di tempo PERTURBATO, portato da questo tipo di circolazione; l'elemento di novità sarà senza dubbio svolto dal ruolo chiave svolto dalle masse d'aria artiche che si avvicineranno considerevolmente al bacino del Mediterraneo, senza tuttavia riuscire ad entrarvi in prima persona. 

Da questo importante movimento atmosferico, ne deriverà la formazione di una vistosissima figura di bassa pressione con perno i settori centrali del Mediterraneo. Il suo comportamento sarà piuttosto curioso, in quanto la posizione assunta dal minimo depressionario nelle sue primissime fasi, sarà assai meridionale. Attuamente viene collocato in una posizione approssimativa compresa tra le coste dell'Algeria, le isole Baleari ed il sud della Sardegna. Verrebbe in seguito riagganciato da un ramo della corrente a getto polare, muovendosi quindi in direzione delle regioni centro-settentrionali, laddove tra lunedì 15 e mercoledì 17 febbraio, ci aspettiamo una forte ondata di maltempo. 

L'evoluzione successiva sembrerebbe tuttavia proporre una chiusura piuttosto veloce di questa importante "ferita" sul bacino del Mediterraneo e sull'Europa; un ripristino della circolazione zonale alle latitudini nord-europee, favorirebbe infatti un nuovo rinforzo dell'anticiclone sul Mediterraneo e sui settori centrali d'Europa. Occorre tuttavia tener conto di un'ulteriore elemento di incertezza, rappresentato dalla vecchia depressione mediterranea ormai "sganciata" dal flusso portante principale, collocata sui settori meridionali del Mediterraneo in rapida evoluzione in "cut-off", cioè un minimo chiuso di bassa pressione non più alimentato da aria fredda. 

Cosa comporterebbe in soldoni tutto questo? 

Oltre all'azione portata dalla distensione anticiclonica oceanica, andrà valutato il contributo d'aria molto tiepida e mite di estrazione nord-africana che nella terza decade di febbraio, potrebbe portare un precoce riscaldamento delle temperature sul Mediterraneo centrale e soprattutto orientale, in grado di coinvolgere parzialmente anche il nostro Paese (soprattutto il centro-sud). Il contesto termico sarebbe ovunque assai temperato ma sulle regioni settentrionali, il richiamo d'aria più umida innescato dal cut-off sopraccitato, porterebbe con sè nuvolosità diffusa associata a locali precipitazioni. L'evoluzione successiva potrebbe portare ad una definitiva dissipazione del cut-off mediterraneo con un miglioramento del tempo anche al nord, in un contesto ovviamente mite. 

Previsione bisognosa ancora di molte conferme. Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.37: A4 Torino-Milano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso tra Svincolo Di Pero e Viale Certosa in direzione Mila..…

h 12.37: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso tra Svincolo Lastra A Signa (Km. 5) e Allacciamento A1 Firenze..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum