Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

News dal modello americano: la prima decade di marzo ancora INVERNALE ed INSTABILE

Una figura piuttosto vistosa di bassa pressione potrebbe ancora tenere sotto scacco il tempo atmosferico del nostro stivale nel corso della prima decade marzolina. Ecco nel dettaglio la linea di tendenza.

In primo piano - 29 Febbraio 2016, ore 17.00

Quasi a testimoniare come l'atmosfera, una volta intrapreso un certo percorso, tenda poi a seguirlo con una sorta di inerzia, le linee di tendenza in nostro possesso, mettono in evidenza ancora un quadro atmosferico fortemente instabile su una parte d'Europa nella prima decade di marzo. Un reiterato e persistente ribasso del Fronte Polare, viaggerebbe di pari passo ad una forte ingerenza d'aria fredda ed instabile di derivazione settentrionale oceanica (aria polare-marittima).

La previsione emessa dal centro di calcolo americano sembra non avere dubbi in tal merito; poco spazio all'alta pressione nella prima metà di marzo, anzi la prima mensilità primaverile per antonomasia, sembrerebbe quasi per dispetto, volersi ostinare a presentare uno scenario instabile dai chiari connotati INVERNALI.

Dai pannelli di previsione spiccano all'occhio i colori verde e blu relativi alle altezze geipotenziali alla quota di 500hpa, geopotenziali bassi quindi, sintomatici di un notevole apporto d'aria molto fredda alle quote superiori, con valori stimati sino a -35°C!

Quindi un'instabilità dai chiari connotati invernali che con tutta probabilità, ci accompagnerà sino al termine della prima decade marzolina. L'asse di saccatura potrebbe ancora una volta venire a trovarsi sui settori centro-occidentali d'Europa, favorendo nell'ambito del Mediterraneo centrale ed orientale, l'imposizione di una ventilazione tendenzialmente meridionale, anche se non mancherebbero specialmente al nord, fasi eoliche settentrionali oppure orientali, ma sempre inserite in un contesto atmosferico molto incerto e poco stabile.

Come anticipato, il profilo termico continuerebbe a presentare valori di temperatura squisitamente invernali, trattandosi di masse d'aria fredda attive specialmente in quota, mancherebbero raffreddamenti violenti della temperatura nei bassi strati dell'atmosfera, scongiurati quindi gli episodi tardivi di gelo nelle pianure e sulle coste.

L'elevato gap termico "suolo-quota", ulteriormente esasperato dal soleggiamento sempre più vivace di marzo, favorirebbe però processi turbolenti ed irrequieti dell'atmosfera, con precipitazioni frequenti e nevicate che, su Alpi ed Appennino, farebbero la loro comparsa parecchie volte. 

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.03: A4 Torino-Milano

coda incidente

Code per 3 km causa incidente tra Borgo D'ale (Km. 36,8) e Rondissone (Km. 23,4) in direzione To..…

h 21.47: SS117 Bis Centrale Sicula

problema sdrucciolevole

Fondo stradale scivoloso causa fango sulla strada tra Bivio Per Gigliotto/Innesto Ss124 Siracusana..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum