Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Abetone(PT) 18 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 18 Gennaio 45 - 70 cm Aperti
Airolo 18 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 17 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 18 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 17 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 18 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 18 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 18 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 17 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 18 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 18 Gennaio 40 - 135 cm Aperti
Aprica(SO) 17 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 18 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 17 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 18 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 17 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE in arrivo al NORD tra lunedì e martedì? Vediamo DOVE

Gli STEPS del passaggio PERTURBATO tra lunedì 19 e martedì 20 dicembre: ecco DOVE cadrà la NEVE

In primo piano - 18 Dicembre 2016, ore 17.15

Entro le prossime 48 ore si consumerà sul nostro Paese una delicata fase perturbata nella quale due distinti minimi ciclonici si avvicenderanno nella scena sul bacino centrale del Mediterraneo. La prima figura depressionaria è attualmente collocata sui settori centro-orientali d'Europa, tra la Germania, la Svizzera e la Polonia, contenente al suo interno un'isoterma di circa -30°C alla quota di 500hpa (circa 5500 metri) ed un valore di circa -5°C alla quota di 850hpa (circa 1500 metri), troviamo poi una seconda figura di bassa pressione arenata tra la Penisola Iberica, il Marocco e l'Algeria.

Ebbene nelle prossime ore l'insidiosa depressione collocata oltralpe, altro non farà che "agganciare" la seconda, più vistosa circolazione depressionaria collocata sui settori sud-occidentali del Mediterraneo, portando sul nostro Paese un cambiamento piuttosto importante delle condizioni atmosferiche.

Sulle regioni del nord avremo quindi due distinti sistemi nuvolosi; il primo atteso domani, lunedì 19 dicembre, il secondo tra la tarda serata/nottata di lunedì e la prima metà di martedì 20

Entro la prossima notte l'avvicinarsi del primo minimo sopraccitato di bassa pressione, porterà nuovamente delle masse d'aria fredda all'interno del catino padano, preparando il terreno alle prime precipitazioni in arrivo entro il Mezzogiorno di domani su Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna. I fenomeni saranno inizialmente sporadici e certamente più intensi e persistenti sulla bassa pianura nelle zone a ridosso della regione Liguria.

L'arrivo della neve è prevista sino a quote prossime la pianura sul Basso Piemonte (specialmente il cuneese), con fiocchi che dalla seconda metà della giornata potranno conquistare le provincie di Alessandria, Asti, Torino. Fiocchi possibili anche su Vercellese e Novarese. Prevarrà invece la pioggia sui settori posti ad est di Milano, laddove lo Scirocco riscalderà sin da subito la temperatura nei medi e nei bassi livelli dell'atmosfera.

Nella seconda parte della giornata ci attendiamo un'intensificazione netta dei fenomeni: un grosso carico precipitativo investirà infatti le regioni settentrionali. Intense precipitazioni nevose potranno accumulare diversi centimetri di neve fresca al suolo nelle valli interne dell'Appennino Ligure di Ponente (tra le più esposte la Val Bormida).

Nel corso della notte lo Scirocco guadagnerà infine terreno verso le regioni settentrionali, attesa quindi una girata della neve in pioggia su gran parte del territorio. Resisteranno "sacche" d'aria più fredda che potranno prolungare la caduta nei fiocchi sino al fondovalle sul cuneese e nelle valli interne dell'Appennino Ligure ponentino, tra le quali la Val d'Orba e la Val Bormida potrebbero ancora essere le più esposte.

Una attenuazione delle precipitazioni attesa soltanto entro le ore 12.00 di martedì.

Una menzione anche alle nevicate previste sulle Alpi Marittime e le Alpi occidentali, con accumuli anche superiori ai 50 centimetri. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.08: A24 Roma-Teramo

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Tornimparte (Km. 85) e L'aquila Ovest (Km. 101) in entram..…

h 19.05: A10 Genova-Ventimiglia

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Raccordo A10 - A06 al Km 44 (Km. 44,7) e San Bartolomeo (Km. 10..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum