Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 21 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 22 Gennaio 34 - 70 cm Aperti
Airolo 22 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 22 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 22 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 22 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 22 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 22 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 22 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 21 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 22 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 21 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 22 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: una ripresa delle dinamiche INVERNALI entro inizio gennaio

Aria molto fredda di origine artica pronta nuovamente a conquistare l'Europa entro l'inizio del nuovo anno. Facciamo il punto della situazione gettando un occhio sul futuro.

In primo piano - 28 Dicembre 2016, ore 17.45

In questa parte conclusiva di dicembre, sperimentiamo nuovamente un rallentamento della corrente a getto che sull'Europa riporterà ben presto una circolazione di tipo instabile. Ad esser sinceri, già in queste ore un cambiamento abbastanza importante delle condizioni atmosferiche si manifesta sui settori orientali del nostro continente; su questi settori la parentesi di relativa mitezza sperimentata nell'ultima settimana si è già conclusa ed il FREDDO torna qui a mordere, riportando la colonnina di mercurio sotto valori pienamente invernali. Parte di questo freddo interessa anche le regioni del medio e del basso versante Adriatico, laddove ritroviamo marginali episodi di instabilità che proseguiranno per gran parte della notte.

Tale situazione rappresenta forse il primissimo elemento sintomatico di un cambiamento della circolazione atmosferica che diverrà più evidente per i settori centrali ed occidentali d'Europa nei primi giorni del nuovo anno. Un nuova pulsazione dell'anticiclone verso le latitudini settentrionali, scatenerà infatti nuovamente la discesa di una massa d'aria assai fredda di origine artica verso la fascia delle medie latitudini: quest'ultima sarà associata ad una saccatura con transito di un fronte freddo piuttosto veloce ed attivo tra lunedì 2 e martedì 3 gennaio 2017.

Entro tale lasso temporale troveremo quindi l'aria fredda addossata all'arco alpino, mentre l'Italia tornerà a fare i conti con una modesta circolazione depressionaria. Un ribasso più deciso della temperatura sull'area centrale del Mediterraneo potrebbe infine intervenire nel periodo dell'Epifania, momento in cui masse d'aria più fredda da nord-est potrebbero crearsi un varco verso il nostro Paese (da confermare)

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.24: SS192 Della Valle Del Dittaino

blocco

Chiusura corsia, straripamenti a 556 m prima di Svincolo Catania Sud A19 Palermo-Catania (Km. 84,5)..…

h 05.08: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Interconnessione A21 (Km. 223,5) e Brescia Ovest (Km. 217,3) in..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum