Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Abetone(PT) 18 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 18 Gennaio 45 - 70 cm Aperti
Airolo 18 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 17 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 18 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 17 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 18 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 18 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 18 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 17 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 18 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 18 Gennaio 40 - 135 cm Aperti
Aprica(SO) 17 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 18 Gennaio 10 - 30 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 18 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 17 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 18 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 17 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO AMERICANO: dopo l'Epifania l'inverno chiude i battenti sino a metà mese

Masse d'aria FREDDA di origine artico-continentale condizioneranno il tempo del nostro Paese sotto la festività dell'Epifania, poi appare sempre più probabile un addolcimento delle temperature sino al termine della prima metà di gennaio.

In primo piano - 3 Gennaio 2017, ore 17.00

Molti degli avvenimenti relativi all'ondata di GELO prevista sotto l'Epifania, sono già stati descritti negli aggiornamenti del mattino; tirando le somme, l'ondata di freddo intenso e pungente colpirà con particolare intensità le regioni del medio e del basso versante Adriatico, laddove prevediamo  precipitazioni anche importanti che saranno spesso e volentieri sottoforma di NEVE.

Altrove il freddo sarà si pungente ma inserito in un contesto SECCO e pertanto avaro di precipitazioni. Tutto questo sarà vero soprattutto per gli abitanti delle regioni settentrionali

Volgendo lo sguardo alla prossima settimana, potremo osservare una nuova attenuazione dei flussi di calore diretti alle latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico; il nostro anticiclone tenderà quindi ad espandersi nuovamente verso i settori centrali del Mediterraneo, sospinto da un rinforzo delle vorticità zonali peraltro piuttosto modesto ma tuttavia sufficiente a condizionare la stagione invernale almeno sino alla prima metà del mese.

Come è prevedibile, l'andamento delle temperature ad esclusione della parentesi gelida dell'Epifania, ritornerà ben presto su valori temperati, stante la circolazione occidentale che sarà sovente inserita in un contesto anticiclonico.

Superata la prima metà del mese, potrebbe verificarsi un nuovo rinforzo delle onde anticicloniche rivolte alle latitudini settentrionali d'Europa, un'evoluzione ben rappresentata dall'andamento medio del grafico della NAO (North Atlantic Oscillation). Nuovi scenari di tempo invernale potrebbero a quel punto aprirsi per l'Europa ma qui rientriamo però nel puro campo delle ipotesi. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.58: A8 Milano-Varese

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Svincolo Di Busto Arsizio (Km. 24,5) e Svincolo Di Castellanza (K..…

h 18.57: A23 Palmanova-Tarvisio

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Gemona-Osoppo (Km. 44,9) e Pontebba (Km. 92,4)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum