Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Modelli a confronto: il CANADESE punta sul GELO da EST alla fine del mese

Modello americano ed europeo non molto interessanti sul tempo di fine mese in Italia. Molto interessante invece la tesi canadese. I dettagli.

In primo piano - 18 Gennaio 2016, ore 10.26

Gennaio ha appena superato il giro di boa e l'inverno si è fatto finalmente notare in Italia con il freddo e anche la neve (limitatamente ad alcune regioni).

La meteora bianca, tuttavia, è ancora attesa su alcuni rilievi del centro-nord, che hanno avuto scarsa fortuna con la direzione prevalente delle correnti (ad esempio le Alpi Marittime e l'Appennino Ligure).

Nei prossimi giorni la prima ondata di freddo stagionale tenderà a stemperarsi, sotto l'alito più tiepido di correnti occidentali.

Sul finire del mese l'inverno potrebbe però riprovarci, anche se le prospettive risultano ancora molto incerte. La giornata presa come campione per il nostro confronto è giovedì 28 gennaio.

Iniziamo con il modello più interessante, ovvero il modello canadese (prima cartina in alto a sinistra). Alta pressione sull'Europa centrale e massiccia irruzione fredda dai quadranti orientali sull'Italia. Con una situazione siffatta l'inverno (quello vero) tornerebbe ad alzare la voce sul Bel Paese a suon di neve e freddo.

La tesi contemplata dal modello europeo (seconda cartina a lato) ci mostra invece una situazione meno interessante, anche se non del tutto compromessa sotto il profilo invernale.

L'Italia resterà ingabbiata in una blanda zona anticiclonica, con le depressioni ai lati: la più vasta sarà ubicata in Atlantico, ricettacolo di aria più temperata e umida.

Un'altra fascia depressionaria, associata a condizioni fredde e nevose, riguarderà l'est europeo, dove il freddo si farà veramente sentire. Con questa situazione, il tempo in Italia sarebbe abbastanza stabile, accompagnato da un clima solo relativamente freddo.

Ultimo, ma non meno importante, il modello americano. L'elaborato di oltre Oceano contempla una fascia anticiclonica più solida sull'Europa centrale, il Mediterraneo e l'Italia (terza cartina a lato).

Se questa situazione divenisse reale, la nostra Penisola si troverebbe nuovamente alle prese con problemi di nebbia e inquinamento, in un contesto mite su monti e sui colli, con freddo solo sulle pianure.

Insomma, volendo fare un riepilogo, solo il modello canadese opta per una situazione maggiormente interessante dal punto di vista invernale in Italia. Nei prossimi giorni, tuttavia, terremo la situazione costantemente sotto controllo.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.23: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso tra Bologna Fiera e Bologna Borgo Panigale (Km. 4,8) i..…

h 16.23: A1 Firenze-Roma

coda incidente

Code per 1 km causa incidente tra Arezzo (Km. 358,5) e Valdarno (Km. 335,8) in direzione Firenze..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum