Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 25 Marzo 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 26 Marzo 0 - 100 cm Aperti
Airolo 26 Marzo 0 - 160 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 26 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 26 Marzo 5 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 24 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 26 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Marzo 5 - 90 cm Aperti
Andermatt 26 Marzo 10 - 400 cm Aperti
Aprica(SO) 25 Marzo 30 - 120 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 25 Marzo 35 - 160 cm Aperti
Arosa 26 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Marzo 30 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 26 Marzo 70 - 160 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: il risveglio della stagione invernale nel mese di gennaio?

Uno sguardo all'evoluzione a lungo termine proposta dal modello americano, torna a strizzare l'occhiolino verso dinamiche circolatorie squisitamente invernali. Vediamo di che si tratta.

In primo piano - 4 Gennaio 2016, ore 16.00

La settimana scorsa abbiamo assistito ad una forte azione di disturbo che si è manifestata a carico del Vortice Polare Troposferico e che potrebbe rappresentare il punto di partenza per la creazione di una nuova fase atmosferica stagionale. Non più gli oppressivi anticicloni, le nebbie persistenti e le atmosfere stagnanti, bensì un'atmosfera rinnovata, fatta di continui e frequenti contrasti, il transito regolare di perturbazioni e perchè no, anche qualche ondata di freddo. Sembra essere questa la ricetta del tempo relativa alla mensilità di questo gennaio, ma di cosa stiamo parlando esattamente?

Parliamo di una ripresa dei flussi di calore che nelle prossime settimane potrebbero manifestarsi attraverso la risalita degli anticicloni verso le elevate latitudini dell'emisfero, secondo uno schema circolatorio completamente differente rispetto quanto abbiamo assistito nelle scorse mensilità. In buona sostanza verrebbe compromessa la struttura e la stabilità del Vortice Polare nella sua generalità (stratosfera e troposfera). 

Qualche settimana fa citavamo la famigerata "mancanza di comunicazione" tra le fasce delle medie e delle alte latitudini, un evento tipicamente associato a condizioni di Vortice Polare compatto, nelle quali la circolazione (tesa) di tipo occidentale prevale su tutte le altre dinamiche. La formazione dello scand positivo avvenuta pochi giorni fa, la destabilizzazione della struttura del vortice e l'attivazione di una dinamica molto spiccata di stampo meridiano, potrebbero quindi tracciare una linea di svolta sull'andamento generale di questa stagione partita decisamente col piede sbagliato.

Questo naturalmente non significa l'arrivo del freddo intenso sul Mediterraneo e la creazione di una "grandiosa" dinamica invernale; eventi intensi di freddo restano e rimangono comunque un'eventualità rara,  essendo frutto di circolazioni sinottiche altrettanto rare e molto "dispendiose" da parte dell'atmosfera stessa mandarle a pieno compimento sull'Europa. Un rinnovo della circolazione generale dell'atmosfera ed una ripresa degli scambi meridiani si traducono il più delle volte in condizioni atmosferiche INSTABILI, se non addirittura perturbate, frutto di una circolazione che a livello mediterraneo diverrebbe tormentata ed irrequieta. 

Potrebbe quindi essere questa la chiave di volta in questo mese di gennaio?

Ancora difficile rispondere a questa domanda, anche se indubbiamente ci sono diversi segnali dai modelli a lungo termine che remano verso questa direzione. 

Seguite gli aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.57: A31 della Valdastico

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Vicenza Nord (Km. 8,6) in uscita in direzione Piovene Rocch..…

h 16.55: A4 Milano-Brescia

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Ponte Oglio (Km. 193) e Grumello (Km. 189,7) in dire..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum