Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 22 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Abetone(PT) 22 Febbraio 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 22 Febbraio 24 - 65 cm Aperti
Airolo 22 Febbraio 10 - 150 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 22 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 22 Febbraio 7 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 22 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 22 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 22 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 22 Febbraio 30 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 22 Febbraio 30 - 130 cm Aperti
Arcidosso(GR) 22 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Argentera(CN) 22 Febbraio 55 - 200 cm Aperti
Arosa 22 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 20 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 22 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 22 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio: in arrivo NEVE a bassa quota al nord?

L'incertezza sulla perturbazione attesa tra mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio: riuscirà o no ad interessare le regioni settentrionali? Ipotesi contrastanti a tal riguardo.

In primo piano - 4 Febbraio 2017, ore 14.15

Un corridoio d'aria instabile e progressivamente più fredda di origine oceanica, ha ormai fatto breccia già da alcune ore sul bacino centrale del Mediterraneo, laddove ritroviamo un avvicendarsi frenetico di perturbazioni i cui effetti si concentrano soprattutto sulle regioni del versante tirrenico e sulle regioni settentrionali. Nei prossimi giorni tenderà tuttavia a consolidarsi una nuova figura di ALTA pressione collocata in posizione anomala sulla Penisola Scandinava, quest'ultima andrà ad inserirsi con prepotenza sulla circolazione atmosferica d'Europa, rappresentando un ulteriore elemento di incertezza nella previsione, poichè la presenza di questa figura potrebbe obbligare le correnti perturbate oceaniche ad intraprendere un percorso un po' più meridionale.

Questo tipo di dinamica potrebbe quindi influenzare quello che a tutti gli effetti potrà essere il comportamento dell'ultima perturbazione della serie oceanica, prevista attraversare l'Italia tra mercoledì 8 e giovedì 9 febbraio.

Entro queste giornate ritroveremo un vero e proprio "colosso" anticiclonico arroccato con la propria roccaforte in sede scandinava; alle latitudini inferiori un flusso di correnti piuttosto fredde di origine continentale, riusciranno in parte a trasbordare sui settori centrali d'Europa, laddove troveremo temperature piuttosto rigide. Una parte di quest'aria fredda riuscirebbe infine a tracimare sui versanti meridionali delle Alpi, atrraverso un rinforzo della ventilazione di Grecale entro mercoledì 8 febbraio. 

Da qui nascono le incertezze rispetto a quella che potrebbe essere l'effettiva traiettoria seguita dalla perturbazione oceanica; nel caso quest'ultima dovesse seguire un percorso più settentrionale, il fronte occluso avrebbe la forza di conquistare le regioni del nord, portando forse un episodio di neve sino a quote pianeggianti sulle regioni di nord-ovest. Nel caso invece la perturbazione dovesse seguire la via del basso Mediterraneo, le precipitazioni conquisterebero esclusivamente le regioni del centro e del sud. In questo frangente un po' di precipitazioni potrebbero interessare l'Emilia Romagna ma senza grandi conseguenze. 

Quali di queste due ipotesi ha la maggiore probabilità di realizzarsi? 

Al momento l'ipotesi più probabile resta quella di un passaggio depressionario "basso", i cui effetti andrebbero quindi concentrandosi sulle regioni di Mezzogiorno e su parte di quelle centrali, con un marginale coinvolgimento dei settori settentrionali del Paese che sperimenterebbero qualche effimera precipitazione mercoledì e poi un ribasso della temperatura portato da freddi venti orientali. Non può tuttavia essere ancora esclusa a priori l'ipotesi di un passaggio "alto", in grado quindi di coinvolgere a pieno merito anche le regioni del nord. 

Per avere una risposta chiara occorrerà ancora aspettare un po' di tempo.

Conferme o smentite entro le prossime 48 ore. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 18.47: A13 Bologna-Padova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Altedo (Km. 20,5) e Bologna Interporto (Km. 7,9) in direzione B..…

h 18.45: A1 Milano-Bologna

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Est Di Milano (Km. 1,2) e Lodi (K..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum