Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Abetone(PT) 10 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Adelboden 10 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Airolo 21 Novembre - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 28 Novembre - assente - Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 09 Dicembre 0 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 10 Dicembre 0 - 40 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 09 Dicembre 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 28 Novembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 10 Dicembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 09 Dicembre 0 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 28 Novembre - assente - Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 28 Novembre - assente - Chiusi
Andalo(TN) 09 Dicembre 0 - 13 cm Aperti
Andermatt 10 Dicembre 30 - 110 cm Aperti
Aprica(SO) 10 Dicembre 20 - 40 cm Aperti
Arcidosso(GR) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 10 Dicembre 10 - 50 cm Aperti
Artesina(CN) 09 Dicembre 20 - 20 cm Aperti
Asiago(VI) 28 Novembre - assente - Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 09 Dicembre 10 - 0 cm Aperti
Avoriaz 10 Dicembre 30 - 40 cm Aperti
Ayas(AO) 09 Dicembre 20 - 50 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La terza decade di gennaio nuovamente sotto la protezione dell'anticiclone

Volgendo lo sguardo all'ultima parte di gennaio, sembrerebbe ripristinarsi almeno in parte la vecchia circolazione originaria che ci ha tenuto compagnia nella scorsa mensilità dicembrina. Ecco nel dettaglio cosa dobbiamo aspettarci.

In primo piano - 22 Gennaio 2016, ore 17.00

Neppure noi della redazione Meteolive ci aspettavamo un simile stravolgimento previsionale, eppure quello che sembrava un processo irreversibile di "autodistruzione" del Vortice Polare, si trasforma oggi nell'effetto opposto rispetto quanto eravamo portati a credere sino ad appena una settimana fa. Mai come in questa occasione siamo portati ad usare un detto popolare: "il lupo perde il pelo ma non il vizio", in allusione al cronico ripresentarsi di una particolare circolazione atmosferica che erroneamente credevamo di lasciarci alle spalle. Così ci ritroviamo ormai proiettati nel cuore pulsante della stagione invernale che, ironia della sorte, porterà con sè una nuova "spianata" zonale sul continente europeo. 

Prevediamo infatti un netto rinforzo delle vorticità zonali alle elevate latitudini del continente, una situazione che porterà un consolidamento dell'anticiclone alle latitudini mediterranee come non lo si vedeva più ormai da un mese. Sotto questo punto di vista, guardando le carte di oggi riferite a questa terza decade di gennaio, sembra di rivivere gli scenari atmosferici della mensilità dicembrina che, neanche a dirlo, presentava una circolazione assai simile a quella prevista in questo scorcio di gennaio.

I famigerati "giorni della merla" smentiranno la loro fama, concedendo al nostro Paese come al resto del Mediteraneo, un andamento termico assai temperato sia in pianura che in montagna ad eccezione delle inversioni termiche e delle nebbie che potranno concedere qua e là delle parvenze invernali.

Ma per quale ragione ritroviamo una situazione sinottica nuovamente proiettata verso un rinforzo così esasperato delle vorticità zonali? 


La risposta a questa domanda arriva probabilmente dalla stratosfera, laddove viene prevista una migrazione del Vortice Polare Stratosferico proprio sopra il continente europeo. Questa massa d'aria così gelida in stratosfera, risulterà "disassata" dalla sua posizione originaria sopra il Polo Nord Geografico, tale disassamento sarà favorito dal manifestarsi dei primi warming in stratosfera. Dalla propagazione verso il basso di questo nuovo, importante raffreddamento del Vortice Polare Stratosferico, deriverà un rinforzo della circolazione occidentale che ci terrà compagnia sino alla fine del mese di gennaio.

Con l'arrivo di febbraio invece, le prime linee di tendenza in nostro possesso, mettono in evidenza quantomeno un rallentamento della corrente a getto occidentale che potrebbe anticipare la nuova ripresa degli scambi di calore con effetti che andranno poi valutati nel dettaglio. 

Nel frattempo attendiamo l'arrivo dell'anticiclone. 
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.14: A8 Diramazione Per Gallarate-Gattico

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese e Castelletto Tic..…

h 01.13: A9 Lainate-Chiasso

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese (Km. 10,7) e Chia..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum