Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 16 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Abetone(PT) 16 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Adelboden 16 Gennaio 36 - 60 cm Aperti
Airolo 16 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 16 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 16 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 16 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 16 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 16 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 15 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 16 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 16 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 16 Gennaio 40 - 135 cm Aperti
Aprica(SO) 16 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 16 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 16 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 16 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 15 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 13 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 16 Gennaio 60 - 70 cm Aperti
Ayas(AO) 16 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La prima decade marzolina sotto il segno dell'instabilità, poi...

Relativamente alla prima decade di marzo, possiamo confermare con ragionevole certezza l'avvento di una fase atmosferica INSTABILE ed irrequieta. Una maggiore ingerenza dell'alta pressione delle Azzorre in vista per la seconda decade ma dalle conseguenze ancora incerte.

In primo piano - 2 Marzo 2016, ore 17.00

La prima parte di questa mensilità marzolina, sembra intenzionata a riprendersi una fetta di inverno ormai fuori tempo massimo; le giornate sempre più lunghe ed il sole alto sull'orizzonte, remano infatti a sfavore circa tutti quei depositi ed accumuli di freddo nei bassi strati dell'atmosfera che rappresentano la caratteristica principe della stagione invernale su diverse delle nostre regioni italiane. La grande mitezza di giornate come quelle di oggi o di ieri, martedì primo marzo, ci ricordano di una stagione che, nonostante tutto, avanza. 

Tuttavia nei prossimi giorni, l'intrusione delle masse d'aria fredde di origine settentrionale oceanica, tamponeranno il surriscaldamento della temperatura operato dall'avanzare della stagione ed è questo il motivo principale che ci consentirà di sperimentare una fase atmosferica molto simile a quella vera e propria invernale. L'azione fredda portata dalle masse d'aria polari-marittime si esplicherà soprattutto alle quote superiori, laddove il crollo delle altezze geopotenziali, favorirà una drastica riduzione del limite della quota neve, specialmente sulle regioni del nord, con i fiocchi che in più di un'occasione potranno sfiorare le quote pianeggianti.

Non andrà tanto meglio sulle regioni del centro e del sud, laddove un profilo termico un po' più mite, confinerà il limite dei fiocchi più in alto ma la pioggia, anche abbondante lungo i versanti tirrenici, si farà vedere in più di un'occasione. 

La perturbazione più importante della settimana sarà senza dubbio quella prevista tra sabato 5 e domenica 6 marzo: ne saranno particolarmente colpite le regioni centrali e settentrionali, con accumuli in pioggia piuttosto abbondanti. Neve copiosa su Alpi e su parte dell'Appennino. 

Volgendo lo sguardo alla seconda decade di marzo, spicca all'occhio il tentativo dell'anticiclone oceanico di chiudere almeno in parte la "falla" barica europea; ne deriverà un taglio parziale nei rifornimenti d'aria fredda diretti alla vasta ansa depressionaria sul centro Europa. I fenomeni potrebbero a quel punto concentrarsi sulle regioni centrali e meridionali (versanti adriatici). Temperature che continuerebbero a restare piuttosto fredde e la ventilazione che sarebbe impostata in modo più deciso dai quadranti nord-orientali. (da confermare)


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.51: SS121 Catanese

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente che coinvolge più veicoli a 4,719 km prima di Bivio Per Misilmeri (..…

h 07.50: A1 Firenze-Roma

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa ripristino incidente nel tratto compreso tra Firenze Scandicci e Firenze..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum