Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'intervista a Grosso: "l'instabilità tornerà nel corso della prossima settimana"

Tradizionale intervista settimanale al nostro Alessio Grosso.

In primo piano - 14 Marzo 2017, ore 08.54

REDAZIONE: l'inverno è finito con i primi giorni di febbraio, da allora le temperature si sono mantenute quasi costantemente sopra la media e non c'è stato alcun colpo di coda invernale sino ad ora.
GROSSO: il fatto che le temperature si mantengano ormai quasi costantemente sopra la media di riferimento non ci deve stupire, ci si aspettava invece qualche precipitazione in più, soprattutto questa settimana, che invece ha visto il repentino scatto dell'anticiclone a chiudere quasi tutte le velleità instabili, eccezion fatta per il sud.

REDAZIONE: e la prossima settimana vedrà il ritorno di un tempo più dinamico?
GROSSO: ci sono dei segnali di tempo un po' più instabile dal 21 in poi, anche se non molto convinti per la verità. Ormai per ipotizzare una seria fase perturbata occorre che le mappe in modo univoco la mostrino chiaramente per giorni e con toni anche severi, altrimenti gli abbozzi instabili finiscono in una sorta di nulla di fatto. Si può ipotizzare da martedì un maggior rischio di rovesci o di qualche spunto temporalesco, specie lontano dal mare, eventi tipici di primavera insomma, vediamo se si formerà anche qualche corpo nuvoloso importante, ma è presto per dirlo.

REDAZIONE: una primavera mite e con pochi fenomeni può esporre l'estate a frequenti fasi instabili?
GROSSO: non esiste nemmeno in questo caso alcuna certezza a riguardo, si può dire che quando la primavera è partita molto mite o calda e avara di piogge, talvolta ha compensato poi tra metà aprile, maggio e qualche volta anche ad inizio giugno con frequenti episodi perturbati, anche un po' di freddo e persino la neve a basse quote in montagna, ma non c'è una regola. Secondo il NOAA questa anomalia positiva rientrerà tra aprile e maggio e l'inizio dell'estate non sarà rovente, ma sono solo proiezioni, comunque da non disprezzare.

REDAZIONE: molti lettori ci chiedono perché non transita più una vera ed intensa perturbazione atlantica come in passato, se ne vedono ormai pochissime...
GROSSOprimo perché si è alzato di latitudine il flusso perturbato atlantico e di conseguenza le saccature faticano ad entrare in modo netto, parimenti si è alzata la cintura anticiclonica subtropicale o meglio si è spinta verso nord la cella di Hadley, ma soprattutto fa meno freddo e questa mancanza di freddo produce meno contrasti e ne derivano meno perturbazioni incisive. Penso che ne vedremo sempre poche anche nei prossimi anni.

REDAZIONE: tra poco arriva Pasqua, altro periodo tormentato per le previsioni.
GROSSO: la Pasqua è maledetta per i meteorologi, perché capita in un periodo dell'anno in cui i modelli sono più incerti che mai, un periodo di transizione stagionale, impossibile dire come sarà sino all'ultimo, salvo nei casi di alta pressione conclamata.
 


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.47: Roma Lungotevere degli Inventori

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso sulla Lungotevere degli Inventori in direzione Ponte G..…

h 10.42: Roma Via della Magliana Nuova

incidente rallentamento

Incidente, semafori spenti, traffico rallentato nel tratto compreso tra Via Riccardo Lombardi e Via..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum