Scarica gratis le nostre app per le previsioni meteo sempre con te! App IOS App Android Mobile version
Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo

22 Novembre 2014 - Ore 09.53 Ancora divergenze questa mattina tra il modello americano ed europeo circa la fine del mese. Il primo vede un ingresso diretto di una saccatura atlantica, mentre il secondo opta per un peggioramento molto più "macchinoso". Tuttavia, i quadri ens del modello europeo sono vicini alla tesi americana, che al momento reputiamo maggiormente credibile.

22 Novembre 2014 - Ore 08.20 Nel corso della prossima settimana si conferma un graduale ritiro dell'alta pressione dal Mediterraneo, con conseguente ritorno delle piogge su diverse regioni italiane.

22 Novembre 2014 - Ore 07.24 Anche questa mattina si segnala qualche isolata e debole pioggia sulla Toscana e in prossimità della Liguria centrale.

21 Novembre 2014 - Ore 19.01 L'arrivo dell'aria calda veicolata dall'anticiclone, agevola la formazione di inversioni termiche sulle regioni settentrionali. Si tratta di strati inversionali non direttamente a contatto col suolo ma posti qualche centinaio di metri al di sopra del livello del mare, genrando vera e propria nuvolosità.

21 Novembre 2014 - Ore 18.00 Ti sei perso i migliori articoli di MeteoLive del passato? Non importa! Noi spesso te ne segnaleremo alcuni da rivisitare assolutamente, come questo: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/the-road-la-strada-scenari-post-apocalittici-sconvolgenti/47210/

21 Novembre 2014 - Ore 17.07 NOAA ribadisce il quadro termico eccezionalmente mite per l'Italia, ma rispetto alle precedenti emissioni, stempera un po' i toni per i mesi successivi. E' doveroso notare però che spesso alcune di queste proiezioni stagionali americane in passato si sono rivelate errate, dunque prendete tutto con le pinze! http://meteolive.leonardo.it/speciali/STAGIONALI/56/previsioni-stagionali-mensili-2014-italia/31443/

21 Novembre 2014 - Ore 16.15 BUFFALO: salito a 12 il bilancio delle vittime della recente tempesta di neve. Prevista pioggia per sabato, valori anche di +10°C per domenica con rapida fusione della neve. Si rischia non solo un episodio alluvionale ma anche lo sfondamento dei tetti di molte villette per il peso della neve intrisa d'acqua. Situazione davvero preoccupante.

21 Novembre 2014 - Ore 16.02 Piogge deboli o pioviggini sono segnalate nel Savonese. Qualche goccia di pioggia cade anche in Toscana, nella zona di Livorno e Pisa.

21 Novembre 2014 - Ore 15.37 FREDDO RECORD negli Stati Uniti: nell'era del global warming la notizia fa scalpore. Il 18 novembre 2014 è stata registrata la seconda temperatura media più bassa di sempre negli Stati Uniti continentali, -7°C, seconda solo al novembre del 1976. Incredibile record battuto a Casper nel Wyoming, dove mercoledì sera sono stati registrati ben -27°C, battendo il record per novembre segnato nel 1985, di -21°C.

21 Novembre 2014 - Ore 15.28 ALTO ADIGE: nell'ultimo anno le abbondanti precipitazioni hanno fatto chiudere in positivo il bilancio delle variazioni di massa dei ghiacciai. E' stata la seconda stagione con il maggior accumulo di neve degli ultimi trent’anni. E' seguita poi un’estate relativamente fresca con frequenti nevicate al di sopra dei 3000 m di quota. Come vedete, non tutte le precipitazioni vengono per nuocere.

Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

l'eco-imbroglio di Parigi: l'IPCC si allontana dalla scienza...Ecco la lettera di dimissioni di Landsea

Siamo ancora una delle poche voci libere tra gli organi di informazione scientifica. Non sappiamo ancora per quanto ma lo siamo. Meditate allora su quanto troverete scritto in questo articolo.

In primo piano - 2 Febbraio 2007, ore 11.14

"Cari colleghi, dopo alcune prolungate riflessioni, ho deciso di ritirare la mia partecipazione al IV rapporto di Valutazione dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC). Ho deciso di farlo perchè mi sono reso conto che la parte dell'IPCC che si avvale della mia esperienza è diventata politicizzata; quando ho espresso questi dubbi alla direzione, la loro risposta è stata semplicemente quella di ignorare i miei rilievi; io sono stato sia l'autore del capitolo "osservazioni" sia il recensore del secondo (95) e terzo (2001) "rapporto di valutazione" principalmente sull'argomento cicloni tropicali". Così comincia la scioccante lettera del 17 gennaio 2005 con la quale il prof. Landsea annuncia le sue dimissioni. Molti scienziati come lui, desiderosi di fare solo scienza e non politica, sono stati emarginati o costretti alle dimissioni dai vertici dell'IPCC.E non è il solo, prima di lui un altro noto climatologo, John Zillman, australiano, si era dimesso dalla Presidenza denunciandone la deriva ideologica. A nulla è valso il "J'accuse" del Prof Henderson, capo economista dell'OCSE (organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo" davanti alla Camera dei Lord in Gran Bretagna per denunciare le clamorose inesattezze dei modelli matematici utilizzati dall'IPCC. Prosegue Landsea: "chiamato a riferire sugli Uragani dell'Atlantico dal Prof Trenberth, ho dato il mio contributo (...) I servizi dei media hanno avuto il risultato di offrire la percezione che il riscaldamento globale abbia provocato un intensificarsi e un aggravarsi degli uragani, specie rispetto a quelli del 2004. Ebbene, tutte le ricerche precedenti ed attuali nella variabilità degli uragani hanno dimostrato che non c'è alcuna tendenza a lungo termine all'aumento della frequenza e dell'intensità di cicloni tropicali, nè nell'Atlantico, nè in nessun altro bacino. Il dottor Trenberh ha ignorato i miei dati e fatto ai media dichiarazioni infondate. La direzione non vede però nulla di sbagliato in queste affermazioni e io non posso più prestare la mia collaborazione". L'IPCC è nata in sede alle Nazioni Unite, fondata nell'1988 e aperta a tutti i membri delle Nazioni Unite e della WMO, organizzazione meteorologica mondiale. Ciò che verrà dichiarato oggi a Parigi solleva più di qualche dubbio, eppure dovrà suonare come VERITA' APODITTICA da dare in pasto al mondo con la complicità di giornalisti e politici. la sorpresa però consiste nel fatto che non sarà presentato per intero il QUARTO PROTOCOLLO ma solo uno stralcio molto breve e sintetico con la solita raccolta di scenari apocalittici, definiti "al limite del grottesco" dagli scienziati dissenzienti. Sarebbe stato interessante far conoscere all'opinione pubblica e soprattutto ad altri scienziati che metodo è stato seguito per arrivare a tali conclusioni, invece per questo bisognerà attendere maggio. Oggi è il giorno del RUMORE, un rumore che potrebbe costare molto caro al nostro portafoglio. Intendiamoci: NESSUNO QUI AFFERMA CHE L'UOMO DEVE INQUINARE INDISCRIMINATAMENTE, che non immettiamo nell'aria troppi veleni e che non dobbiamo batterci per migliorare l'aria che respiriamo e la qualità della vita, liberandoci gradualmente dalla schiavitù del petrolio, ma ritenerci gli unici responsabili dello scioglimento della calotta artica, dell'invasione delle acque (tutto da dimostrare) e di un aumento termico senza fine è francamente eccessivo e fuorviante.

Autore : Report di Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.18: SS231 Di S.Vittoria

incidente

Incidente a Svincolo Asti Est A21 To-Pc/Innesto Ss10 Padana Inferiore in direzione nord al km 2...…

h 05.36: A55 Tangenziale Sud Di Torino

fog

Nebbia a banchi tra Svincolo Debouche' (Km. 13,3) e Interscambio Diramazione per Moncalieri (Km. 7)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum