Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 25 Marzo 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 26 Marzo 0 - 100 cm Aperti
Airolo 26 Marzo 0 - 160 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 26 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 26 Marzo 5 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 24 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 26 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Marzo 5 - 90 cm Aperti
Andermatt 26 Marzo 10 - 400 cm Aperti
Aprica(SO) 25 Marzo 30 - 120 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 25 Marzo 35 - 160 cm Aperti
Arosa 26 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Marzo 30 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 26 Marzo 70 - 160 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inverno: colpo di coda a fine mese?

Da più giorni ad intervalli il modello americano propone il ritorno a condizioni invernali con tempo perturbato.

In primo piano - 13 Febbraio 2017, ore 09.21

Se sino a giovedì 23 febbraio sostanzialmente non ci saranno grandi scossoni, nell'ultimo fine settimana di febbraio il modello americano prevede ormai da più giorni, anche se ad intermittenza, un importante cambiamento del tempo con un deciso affondo delle correnti perturbate atlantiche in sede mediterranea e conseguenti precipitazioni su gran parte d'Italia, che potrebbero assumere carattere nevoso anche a quote basse sulle Alpi ed il nord Appennino.

Per il modello americano la ferita non sarebbe poi di quelle che si rimarginano in breve tempo e il vortice freddo da cui prenderebbe spunto la saccatura rimarrebbe a dominare la scena per alcuni giorni, con possibili inserimento di aria fredda anche dalla valle del Rodano e nevicate a quote ulteriormente più basse.

Del resto, proprio tra fine febbraio e la prima decade di marzo possono facilmente verificarsi nevicate sino in pianura, favorite dalla convezione, cioè dalla tendenza alla formazione di nubi cumuliformi che scaricano al suolo intensi rovesci.

Infatti il sole, ormai alto sull'orizzonte, comincia a determinare la formazione di questo tipo di nuvolosità. Anche la media degli scenari del modello stesso, pur non contemplando ancora un'ipotesi così severa, ipotizza un calo importante della pressione in sede mediterranea con il passaggio di saccature più o meno incisive.

Dunque al momento la possibilità di un colpo di coda invernale è credibile al 35-45% ma stiamo parlando di una linea di tendenza a 10 giorni, dunque è normale che risulti piuttosto bassa.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 08.41: A90-GRA Appia-Aurelia

coda rallentamento

Code a tratti, traffico intenso nel tratto compreso tra 10 m dopo Svincolo 30: Allacciamento Autos...…

h 08.41: A12 Genova-Rosignano

coda incidente

Code causa incidente nel tratto compreso tra Genova Est (Km. 4,2) e Allacciamento A7 Milano-Genova..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum