Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 24 Marzo 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 24 Marzo 0 - 100 cm Aperti
Airolo 24 Marzo - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 24 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 24 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 24 Marzo 5 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 24 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 24 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 24 Marzo 5 - 90 cm Aperti
Andermatt 24 Marzo 10 - 400 cm Aperti
Aprica(SO) 24 Marzo 30 - 120 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 20 Marzo 20 - 120 cm Aperti
Arosa 24 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 24 Marzo 30 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 24 Marzo 80 - 170 cm Aperti
Ayas(AO) 24 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il tempo cambierà a febbraio? L'analisi approfondita del modello americano...

Possibili cambiamenti nel corso della prima decade di febbraio.

In primo piano - 26 Gennaio 2016, ore 09.56

Ingrandisci le immagini per vedere l'analisi approfondita di Meteolive emissione per emissione. Le stesse mappe vengono poi riassunte nei grafici spaghetti che trovate sotto.

ANALISI: l'azione della corrente a getto, quel fiume d'aria che scorre a 10km di altezza e che nella fattispecie esce dal Canada e si tuffa sparato sull'Europa, favorendo un rapido scorrimento di miti correnti occidentali alle medie ed alte latitudini, rimarrà praticamente inalterata sino ai primi giorni di febbraio, così come rimarrà determinante per il tempo del Mediterraneo e del nostro Paese l'azione dell'anticiclone subtropicale, che più che un'anomalia, ormai sembra diventata una figura dominante ed abitudinaria alle nostre latitudini per quasi tutto l'anno.

CAMBIAMENTI del 4 febbraio: l'analisi approfondita, corsa per corsa, delle 20 emissioni del modello americano, fa sembrare probabile un certo disturbo al dominio dell'anticiclone attorno a giovedì 4 febbraio, ma in realtà solo un 40-50% scarso delle corse prevede questo cambiamento, che andrebbe peraltro a determinare solo variabilità e un parziale ricambio d'aria, con fenomeni in prevalenza limitati al medio Adriatico, basso Tirreno e meridione in genere, oltre ai settori alpini di confine, in seno a correnti da nord-ovest. L'alta pressione in questo frangente sembra ancora in grado di riprendersi il Mediterraneo e l'Italia.

CAMBIAMENTI del 9-10 febbraio: qui, pur permanendo l'incertezza, l'azione della corrente a getto pare frenata e di conseguenza aumenterebbero le ondulazioni delle correnti perturbate atlantiche e l'anticiclone rinculerebbe leggermente verso ovest, in maniera sufficiente a consentire la penetrazione di saccature o più di una saccatura in sede mediterranea con ritorno delle precipitazioni e un rientro nell'ambito della media termica, così come indicano anche qui di fianco le carte riassuntive denominate spaghetti. Anche qui però, ad esempio, su 12 scenari, 3 o 4 vedono ancora l'alta pressione riuscire a deviare verso est le perturbazioni cariche di precipitazioni.

DA NOTARE: fisiologicamente nel corso del mese di febbraio il vortice polare esaurisce lentamente la sua attività e pertanto diventano più probabili le ondulazioni delle correnti in quota con ritorno delle precipitazioni anche dove per settimane o mesi non è piovuto o nevicato. In altre parole diventano più probabili gli scambi meridiani di calore. C'è dunque un ottimismo di fondo da parte dei previsori, che si basa però più sulla statistica che sulla certezza di una prognosi perturbata.

COMMENTO per tutti: è possibile che si assista ad una fase quantomeno variabile dal 4 di febbraio in poi e più ancora dal 9-10 febbraio con ritorno a situazioni piovose e nevose sui monti e un certo abbassamento delle temperature. L'attendibilità di una simile evoluzione non va oltre il 30-35%.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.49: A4 Torino-Milano

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Svincolo Marcallo inizio Mesero (Km. 104,5) e Allacciamento..…

h 04.42: A58 Teem - Tangenziale Esterna

fog

Nebbia nel tratto compreso tra Svincolo Pessano Con Bornago e Svincolo Paullo…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum