Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 20 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Abetone(PT) 20 Febbraio 20 - 50 cm Aperti
Adelboden 20 Febbraio 30 - 73 cm Aperti
Airolo 19 Febbraio - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 19 Febbraio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Febbraio 10 - 190 cm Aperti
Alleghe(BL) 20 Febbraio 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Febbraio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Febbraio 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 20 Febbraio 7 - 40 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 20 Febbraio 35 - 75 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Febbraio 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Febbraio 25 - 65 cm Aperti
Andermatt 20 Febbraio 36 - 215 cm Aperti
Aprica(SO) 20 Febbraio 40 - 140 cm Aperti
Arcidosso(GR) 20 Febbraio 5 - 35 cm Aperti
Argentera(CN) 19 Febbraio 60 - 200 cm Aperti
Arosa 20 Febbraio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 20 Febbraio 120 - 200 cm Aperti
Asiago(VI) 19 Febbraio 0 - 70 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 19 Febbraio 10 - 40 cm Aperti
Avoriaz 20 Febbraio 90 - 120 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Febbraio 50 - 90 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il "miracolo" NEVOSO di fine febbraio 2001 è lontano: diversa anche la situazione!

Al nord si realizzarono le condizioni per una nevicata di addolcimento proprio sul finire della stagione ma questa volta la configurazione barica è diversa.

In primo piano - 18 Febbraio 2016, ore 15.53

Negli ultimi giorni del febbraio del 2001 un ramo del vortice polare venne a trovare l'Italia e portò dapprima il freddo e qualche nevicata a quote molto basse al centro-sud e su parte del nord, poi scese un altro vortice depressionario più ad ovest e ci raggiunse in modo molto diretto, avvettando aria particolarmente umida da sud sul settentrione e favorendo precipitazioni nevose anche importanti il 28 febbraio, naturalmente sino in pianura, favorite anche dall'inserimento diretto del nucleo depressionario più freddo in quota sul settentrione nelle ore successive.

Una situazione però molto diversa da quella potenzialmente prevista per la fine del mese, dove quella in arrivo sarà solo una depressione di origine atlantica accompagnata al massimo da un po' d'aria di origine artica marittima e non certo artica continentale, decisamente più fredda.

Davanti a sé oltretutto la vasta saccatura non troverebbe freddo necessario per rifornire adeguatamente di neve anche le pianure, bensì magari la fascia pedemontana, i fondovalle alpini e per regalare molta neve ad Alpi e Prealpi, ma difficilmente per regalare fiocchi bianchi estesi a tutta la Valpadana.

Insomma, così come la vedono oggi i modelli, il freddo che dovrebbe raggiungerci nel corso della prossima settimana non sarebbe sufficiente a regalare fiocchi in pianura, anche se tutta la configurazione barica è ben lungi dall'essere ancora chiaramente definita.

Guardando queste carte naturalmente un commento viene subito spontaneo: "quanto più freddo ci raggiungeva" e questa riduzione attuale del freddo in Europa è decisamente inquietante.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.41: A4 Milano-Brescia

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Ponte Oglio (Km. 193) e Rovato (Km. 203,4) in entrambe le..…

h 01.38: A1 Roma-Napoli

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Pontecorvo (Km. 658,3) e Cassino (Km. 669,6) i..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum