Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio - assente - Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 27 Luglio n/d Aperti
Alpe Cermis(TN) 11 Aprile n/d Chiusi
Alpe di Mera(VC) 04 Aprile n/d Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 27 Luglio n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 04 Maggio n/d Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 13 Maggio n/d Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio - assente - Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 04 Aprile n/d Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I dinosauri furono davvero sterminati dalla caduta di un METEORITE?

L'impatto di un meteorite e il raffreddamento che ne seguì portarono ad una rapida estinzione, ma non tutti concordano in pieno, e c'è anche chi pensa ad un episodio di caldo estremo.

In primo piano - 14 Marzo 2016, ore 15.42

Un intenso raffreddamento dovuto all'impatto di un meteorite nello Yucatan, 65 milioni di anni fa, portò alla loro rapida estinzione.

Sarebbe questa l'ultima teoria accreditata che farebbe luce sulla scomparsa di questi rettili giganteschi. Se ne sono occupati gli esperti di geologia dell'Università di Urbino. Dopo l'impatto del meteorite piombò l'inverno su quasi tutto il Pianeta, durante l'era geologica compresa tra Cretaceo e Terziario.

La fase di raffreddamento durò circa 12 anni. Possiamo paragonare le conseguenze dell'impatto a quelle di una gigantesca eruzione vulcanica; lo zolfo liberato nell'atmosfera ha schermato drasticamente la radiazione solare. La temperatura subì un calo valutabile tra i 5 e i 30°C.

Ma non tutti concordano: la società geologica americana concilia sulle cause (il meteorite) ma non sulle modalità dell'estinzione. Non sarebbe stato infatti il lungo inverno a decimare ed estinguere la specie ma l'energia che si sprigionò dall'urto. Piogge costanti di detriti bollenti li falcidiarono, e solo gli animali che si adattarono agli ambienti marini e si ripararono dalla pioggia di detriti sopravvissero: coccodrilli, tartarughe, lucertole, serpenti. Le teorie appena enunciate, pur avendo fatto discutere e sollevato molte obiezioni, sono quelle che trovano il consenso più largo nell'ambiente scientifico.

Secondo la ricercatrice della Princeton University, Gerta Keller, l'asteroide avrebbe urtato la Terra 300mila anni prima di quanto si è creduto sino ad ora. La Keller ritiene dunque che i dinosauri siano sopravvissuti a questo impatto e che sia stata una serie ravvicinata di eruzioni vulcaniche a provocarne l'estinzione ma non tanto per il freddo bensì per la costante fuoriuscita di lava che rese l'aria irrespirabile.

L'ultima bizzarra considerazione l'hanno fatta gli universitari di Leeds, in Inghilterra: secondo loro l'estinzione fu provocata dall'aumento eccessivo del numero di maschi partoriti, a causa delle alte temperature...mah!


Autore : Report di Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.59: A4 Torino-Milano

tstorm

Temporale tra Torino - Corso Giulio Cesare e Santhia' (Km. 45,2)…

h 20.50: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente a Rovato (Km. 203,4) in uscita in direzione da Milano dalle 20:46 del 27 lug 2016…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum