Scarica gratis le nostre app per le previsioni meteo sempre con te! App IOS App Android Mobile version
Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo

Oggi - Ore 08.39 Primi freddi dopo Natale? C'è ancora indecisione, ma sia il modello americano che europeo contemplano la possibilità di discese fredde sull'Italia prima della fine dell'anno.

Oggi - Ore 08.07 NEBBIA: questa mattina è presente nell'Astigiano, nell'Alessandrino e nel Vercellese. Banchi di nebbia anche nel Milanese e nelle vallate interne del centro.

20 Dicembre 2014 - Ore 09.54 TERREMOTO: sciame di scosse anche durante la notte in Toscana con la più forte alle 5.07 nella zona del Chianti di 3.5 Richter. C'è apprensione anche a Firenze.

20 Dicembre 2014 - Ore 08.34 NOVARA: niente nebbia nella zona e nemmeno a Torino, mentre nell'Alessandrino è presente e fitta. Da notare da Novara la vista sul Monte Rosa innevato: http://meteolive.leonardo.it/webcam/displayWebcam/659/Novara

20 Dicembre 2014 - Ore 08.27 CIMONE: il Consorzio del Cimone ha comunicato ufficialmente che non c'è nessuna speranza di riuscire ad aprire gli impianti del comprensorio sciistico dell’Appennino per oggi e domenica. Troppo alte le temperature per poter sparare la neve artificiale e dal cielo non scenderà nulla almeno sino a domenica 28 dicembre.

20 Dicembre 2014 - Ore 07.31 A fine anno rimane possibile un peggioramento del tempo sull'Italia con pioggia, vento, calo termico e neve in montagna.

20 Dicembre 2014 - Ore 07.30 VISTA da sogno stamane dal Cornizzolo nel Lecchese verso la Valpadana: si notano banchi di nebbia nei bassi strati, che stamane sono presenti anche a MILANO: http://meteolive.leonardo.it/webcam/displayWebcam/770/Cornizzolo

20 Dicembre 2014 - Ore 07.27 NEBBIONE stamane a BRESCIA: http://meteolive.leonardo.it/webcam/displayWebcam/241/Brescia

19 Dicembre 2014 - Ore 21.07 L'aggiornamento serale del modello europeo pare essere il classico "run di comodo" nelle situazioni di grande incertezza. Offre diversi spunti di riflessione senza portare a termine nessun scenario preciso. L'evoluzione rimane pertanto ancora incerta nei suoi sviluppi futuri. Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/ultimissime-della-sera-prima-l-anticiclone-poi-il-freddo-abbiamo-ancora-bisogno-di-conferme-/48411/

19 Dicembre 2014 - Ore 15.59 2014: è stato l'anno più caldo dal 1950 ad oggi in Europa, battendo anche il mitissimo 2007, nonostante un'estate a livello locale italiano non certamente esaltante, specie al nord. Da ricordare l'eccezionale innevamento sulle Alpi, secondo solo a quello della stagione 50-51 e la straordinaria mitezza dell'inverno, che peraltro si sta confermando anche in questo mese di dicembre, dopo un autunno davvero caldissimo.

Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Abetone(PT) 02 Dicembre - assente - Chiusi
Adelboden 20 Dicembre 0 - 15 cm Aperti
Airolo 20 Dicembre 50 - 120 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 20 Dicembre 0 - 200 cm Aperti
Alleghe(BL) 20 Dicembre 0 - 40 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Dicembre 2 - 20 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 09 Dicembre 0 - 20 cm Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 20 Dicembre 0 - 23 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 19 Dicembre 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 20 Dicembre 0 - 25 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 04 Dicembre - assente - Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Andalo(TN) 19 Dicembre 0 - 45 cm Aperti
Andermatt 28 Maggio n/d Chiusi
Aprica(SO) 20 Dicembre 0 - 30 cm Aperti
Arcidosso(GR) 09 Dicembre - assente - Chiusi
Argentera(CN) 19 Dicembre 10 - 120 cm Aperti
Arosa 20 Dicembre 10 - 50 cm Aperti
Artesina(CN) 19 Dicembre 25 - 75 cm Aperti
Asiago(VI) 04 Dicembre - assente - Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 12 Dicembre - assente - Chiusi
Avoriaz 20 Dicembre 30 - 60 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Dicembre 5 - 30 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gustnado e landspout: cosa significano questi termini?

Cerchiamo di conoscere nuovi termini legati alle manifestazioni atmosferiche più violente.

In primo piano - 17 Settembre 2009, ore 09.38

In condizioni particolari le nubi temporalesche possono assumere il carattere di vere e proprie supercelle; come sappiamo a queste ultime possono essere spesso legati dei mesocicloni, ossia delle strutture bariche particolari che provocano la costante rotazione del cumulonembo in senso antiorario lungo un asse verticale. Associati a tali depressioni in alcuni casi possiamo osservare forti tornado, con danni rilevanti alle coltivazioni ma anche a capannoni e ad autovetture. Non sempre però un tornado ha bisogno di un mesociclone per formarsi; anzi sulle nostre regioni le trombe d’aria si generano quasi sempre alla base di un semplice cumulo o di un cumulonembo non in rotazione su sé stesso; in tal caso si parla di “landspout” (ossia “imbuto sul terreno”, riferendosi solo alla loro forma e distinguendole dalla tromba marina, o waterspout). Chiaramente la loro potenza è molto minore rispetto ai tornado mesociclonici, proprio perché non è presente un profondo centro di bassa pressione che richiami ingenti masse d’aria da chilometri di distanza, pertanto la salita dell’aria calda verso l’alto non viene incentivata con troppa forza. Esistono poi anche altri fenomeni che vengono assimilati normalmente come trombe d’aria, ma hanno una genesi leggermente diversa: in particolare i “gustnado” (nome proveniente da “tornado” e “gust”, ossia raffica) si formano al di sotto dell’eventuale fronte di raffiche della nube temporalesca, ma non sono visibili ad occhio nudo, a meno che non transitino al di sopra di un terreno secco e “polveroso”; in tale occasione si noterà una nube di polvere sollevarsi dal suolo e tendere a salire rapidamente verso l’alto roteando leggermente in senso antiorario. Se osservate un fenomeno del genere e guardate alla base del cumulonembo senza vedere imbuti che scendono verso il basso, allora sarete sicuri di essere in presenza di un gustnado; la difficoltà nel distinguere questo fenomeno dal landspout sta proprio nel fatto che spesso l'imbuto tornadico non si riesce a vedere a causa della foschia o di bande di pioggia che si portano davanti ad essa. La distinzione fra gustnado e landspout risulta però molto importante, in quanto il primo può essere improvviso e molto violento, tanto da rovesciare normali autovetture, mentre il secondo di solito è piuttosto debole.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.18: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

fog

Nebbia a banchi tra Firenze Scandicci (Km. 3) e Svincolo Per Livorno Centro (Km. 75,9) in entramb..…

h 09.15: A26 Diramazione Predosa-Bettole

incidente

Incidente tra Novi Ligure (Km. 7,9) e Allacciamento A26 Ge Voltri-Gravellona T. in direzione A26..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum