Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio n/d Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 29 Settembre - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 29 Settembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 28 Settembre - assente - Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio n/d Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 31 Agosto - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

EFFETTO SERRA: quanto c'è di vero?

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza in merito ad uno dei fenomeni più discussi e studiati del nostro clima.

In primo piano - 5 Agosto 2016, ore 11.50

Cerchiamo di mettere subito in chiaro una cosa; l'effetto serra resta un fenomeno POSITIVO per la nostra atmosfera, essenziale per la sopravvivenza della vita. Immaginando infatti di interrompere bruscamente questo fenomeno dal nostro pianeta, la superficie della Terra sarebbe fredda e glaciale, la vita non potrebbe esistere così come la conosciamo ed il clima diventerebbe ostile. Diffidate dai "negazionisti", purtroppo, volenti o nolenti, la Terra si sta a tutti gli effetti avviando verso un processo di surriscaldamento; il tema sul quale si dibatte la scienza, è quello di comprendere QUANTO l'uomo abbia contribuito a questo riscaldamento e soprattutto quanto peso potranno ancora avere le attività antropiche nello sviluppo di tale fenomeno. 

Dalla fine degli anni 80', si diffuse tra scienziati e studiosi, la consapevolezza di come grandi quantità di gas serra immessi nell'atmosfera, potessero a tutti gli effetti determinare un aumento delle temperature su scala globale. E' stato così istituito un ente governativo di ricerca denominato IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change) allo scopo di monitorare e soprattutto STUDIARE con un approccio quanto più possibile metodico e scientifico, l'impatto delle attività antropiche sul clima della Terra. Vi partecipano a centinaia tra Climatologi, Biologi. Matematici, Ingegneri ed Economisti, tutti impegnati a comprendere uno dei fenomeni più affascinanti e complessi con cui l'uomo ha dovuto fare i conti nel corso della sua evoluzione. 

Nell'ultimo rapporto del 2013, emerge in modo chiaro come il surriscaldamento climatico negli ultimi 50 anni, sia in parte riconducibile all'attività dell'uomo. Sul banco degli imputati, le spaventose emissioni di gas serra che nell'ultimo decennio hanno scandito i ritmi di crescita dei paesi in via di sviluppo, tra i quali citiamo la Cina e recentemente anche l'India. 

Esistono tuttavia alcuni punti interrogativi, GROSSI punti interrogativi circa l'effettiva entità di questo riscaldamento ed il suo effettivo decorso dei prossimi decenni. Sono infatti noti altri processi naturali slegati dall'operato dell'uomo che potrebbero in qualche modo influenzare l'entità e sopratutto la rapidità con la quale il riscaldamento globale si è manifestato in questi ultimi decenni. Negli ultimi tempi, le ricerche di alcuni scienziati, hanno infatti messo in evidenza una risalita delle temperature inferiore alle stime di crescita calcolate inizialmente. Un evento che può a tutti gli effetti porre qualche interrogativo in più circa l'esistenza di alcuni meccanismi nascosti che agiscono sull'atmosfera, indotti da fattori esterni oppure da fattori interni. 

Soggetto di studio delle ultimissime ricerche, la presenza di molti altri gas serra sul nostro pianeta, legati per esempio alle attività vulcaniche oppure alle fuoriuscite di idrocarburi gassosi. Trattasi questi di eventi monitorati solo di recente, soggetti a fluttuazioni anche considerevoli e pertanto ancora caratterizzati da una forte imprevedibilità circa le loro conseguenze a lungo termine sulla temperatura dell'intero pianeta.

Sfatiamo alcuni miti...

Una rondine non fa primavera, così come un evento freddo invernale non dimostra che l'effetto serra sia una bufala; l'aumentare della temperatura si manifesta sopratuttto attraverso una modifica della circolazione atmosferica su larga scala che porta alla realizzazione di ondate di calore tendenzialmente più durature e più estese nello spazio, mentre al contrario le fasi fredde tendono ad essere più circoscritte e di durata limitata. 

Di pari passo con l'incubo del riscaldamento globale, anche l'aumento di frequenza dei famigerati "eventi di forte intensità". Tempeste di vento, pioggia, bufere di neve oppure spaventosi cicloni tropicali, devastanti tornado oppure furibonde e distruttive grandinate, resta questo uno degli argomenti più controversi e difficili da analizzare in modo ponderato ed obbiettivo. Colpa di questo stato cose, ancora una volta la scarsità di dati a nostra disposizione; dagli studi attuali non emerge infatti alcuna correlazione diretta tra il riscaldamento della temperatura ed un aumentato rischio di fenomeni atmosferici violenti e distruttivi. Sfatiamo quindi uno dei più grandi miti cresciuti in questi anni di pari passo con la consapevolezza dell'effetto serra. 

Nel corso dei prossimi anni, sarà senza dubbio interessante capire come si comporteranno enti locali e nazionali nel gestire questo fenomeno, sia la sua effettiva persistenza e rilevanza nell'andamento medio della circolazione atmosferica negli anni a venire. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.19: A4 Milano-Brescia

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Dalmine (Km. 169,8) e Bergamo (Km. 174,5) in direzione Brescia..…

h 10.16: A90-GRA Appia-Aurelia

coda

Code, traffico nel tratto compreso tra 3,6 km dopo Svincolo 24: Via Ardeatina (Km. 48) e 1,202 km p..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum