Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Conferme circa l'arrivo del freddo sulla nostra penisola dopo metà mese

Con l'arrivo della seconda metà di gennaio, appare sempre più probabile un interessamento del nostro Paese da parte delle masse d'aria molto fredde di estrazione artico-continentale che farebbero breccia sul nostro Paese attraverso la porta della Bora. Vediamo nel dettaglio dubbi e certezze di questa fase atmosferica.

In primo piano - 11 Gennaio 2016, ore 17.00

Trascorsi alcuni giorni nei quali previsioni e linee di tendenza brancolavano nel buio totale, quest'oggi, lunedì 11 gennaio 2016, ritroviamo ormai una previsione abbastanza allineata tra il modello europeo e quello americano nel prevedere una fase abbastanza bene assestata di FREDDO investire la nostra penisola nel periodo compreso tra sabato 16 e mercoledì 20 gennaio. Tale fase atmosferica trarrebbe origine dallo scrivolamento di una massa d'aria artico-continentale dalla sede scandinava sino ai settori nord-orientali europei ed i paesi dell'est. La massa d'aria quindi eviterebbe in ogni modo il contatto con la tiepida superficie degli oceani, senza quindi subire alcun processo di surriscaldamento che sarebbe invece possibile nel caso quest'ultima seguisse un percorso più occidentale. 

Una ripresa parziale del flusso zonale (correnti occidentali) alle elevate latitudini dell'oceano Atlantico, impedirà all'anticiclone oceanico di trasferire i propri massimi di pressione al suolo verso latitudini troppo settentrionali. Viene così scongiurata la possibilità che la massa d'aria fredda possa cambiare il proprio obiettivo, per esempio investendo con maggior forza i settori centrali ed occidentali d'Europa, evitando quindi l'Italia ed il Mediterraneo. 

Niente di tutto questo, il freddo in arrivo dal nord-est europeo sembra proprio intenzionato ad entrare sul Mediterraneo centrale attraverso i Balcani e la Porta della Bora. Quest'ultimo si manifesterebbe attraverso una ventilazione molto tesa di venti nord-orientali che, a partire dal prossimo weekend (sabato 16 - domenica 17) investirebbe il nostro Paese portando un sensibile raffreddamento della temperatura su tutte le nostre regioni. Stimati valori termici sino a -10°C alla quota di 850hpa (circa 1500 metri) che farebbero classificare quest'ondata di freddo come INTENSA. La vicinanza dell'anticiclone oceanico alle regioni settentrionali obbligherebbe questo settore d'Italia a sperimentare condizioni di freddo intenso ma SECCO, mentre fenomeni diffusi di instabilità si verificherebbero soprattutto sui settori centrali e meridionali del Paese (lato adriatico), con NEVE a quota molto bassa. 

Ulteriori conferme o smentite con gli aggiornamenti della serata. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.07: A4 Milano-Brescia

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Allacciamento Tangenziale Nord Di Mila..…

h 19.07: A4 Brescia-Padova

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Brescia Est (Km. 230,2) e Svi..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum