Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 16 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Abetone(PT) 16 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Adelboden 16 Gennaio 36 - 60 cm Aperti
Airolo 16 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 12 Gennaio 5 - 10 cm Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 16 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 16 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 12 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 16 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 16 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 16 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 15 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 16 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 16 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 16 Gennaio 40 - 135 cm Aperti
Aprica(SO) 16 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 16 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 16 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 16 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 15 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 13 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 16 Gennaio 60 - 70 cm Aperti
Ayas(AO) 16 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Confermata importante fase perturbata sull'Italia entro il primo weekend di febbraio

Confermato anche questa sera importante cambiamento del tempo sull'Italia nel corso della prima decade di febbraio. Un breve aggiornamento sulla situazione.

In primo piano - 29 Gennaio 2016, ore 21.00

Situazione attuale: il nostro Paese continua ad essere interessato da un flusso di correnti molto umide che veicolano nuvolosità intensa soprattutto sui versanti tirrenici del Paese. Le nubi si presentano quest'oggi particolarmente generose lungo tutta la costa tirrenica, associate qua e là a qualche isolato piovasco soprattutto su Toscana e Liguria, maggiori schiarite sul versante adriatico. Nubi sparse ma anche ampie occhiate di sole sulla Valpadana, velature di passaggio sulle Alpi ma senza conseguenze. Temperature attestate ancora su valori molto miti, ventilazione da debole a moderata sud-occidentale con rinforzi sull'alto Tirreno e sul mar Ligure. 

L'ultimo grande respiro dell'anticiclone. 

Tra la fine di gennaio e l'esordio di febbraio, sperimenteremo ancora l'ultima ingerenza anticiclonica di stampo subtropicale-oceanico sul Mediterraneo; tale situazione sarà favorita ancora da un rinforzo della corrente a getto sull'Europa settentrionale. Una forte attività ciclonica che caratterizzerà i settori settentrionali dell'oceano, trascinando sul Mediterraneo l'ennesima parentesi di grande mitezza, inserita in un contesto di alta pressione.

L'anticiclone associato a temperature straordinariamente miti, influenzerà il nostro Paese tra domenica 31 gennaio e lunedì primo febbraio con un episodio di Favonio alpino sulla Valpadana, associato a temperature estremamente miti. Nubi che persisteranno lungo i settori tirrenici del Paese con maggiori schiarite sul lato adriatico. Ritiro (forse definitivo) dell'alta pressione da martedì 2 febbraio.

Giovedì 4 - venerdì 5 febbraio; la prima circolazione più organizzata di bassa pressione fa breccia sul Mediterraneo. 

Entro la prima decade di febbraio prevediamo un certo rallentamento della corrente a getto polare che agevolerà la formazione di una vistosa figura di bassa pressione alle medie latitudini d'Europa. Quest'ultima farà breccia sul bacino del Mediterraneo tra giovedì 4 e venerdì 5 febbraio; attesa sventagliata di nubi e precipitazioni a spasso per il Paese, con fenomeni che insisteranno un po' di più sui versanti adriatici e meridionali del Paese ma possibili soprattutto giovedì 4, anche sui versanti tirrenici ed al nord. L'allontanamento della depressione verso i settori est europei, trascinerebbe sul Mediterraneo un po' d'aria più fredda artica. Prevediamo un moderato calo della temperatura tra venerdì 5 e sabato 6, prima dell'ingresso di una nuova perturbazione.

Tra sabato 6 e lunedì 8, intenso passaggio frontale su tutto il Paese. 

Una seconda ben più importante depressione sferzerebbe il nostro Paese tra sabato 6 e lunedì 8 febbraio, portando quindi i suoi massimi effetti proprio in concomitanza del primo weekend di febbraio. Le precipitazioni privilegerebbero soprattutto i settori tirrenici del Paese e le regioni settentrionali, laddove sarà da valutare con attenzione il limite della quota neve che in alcune occasioni potrebbe risultare piuttosto basso. 

Seguite i prossimi aggiornamenti. 


 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.44: A26 Genova-Gravellona Toce

blocco coda

Code per 2 km causa tratto chiuso nel tratto compreso tra Masone (Km. 14) e Allacciamento A10 Geno..…

h 07.42: SS63 Del Valico Del Cerreto

snow

Forte nevicata nel tratto compreso tra 615 m dopo Valico Del Cerreto (Km. 35,7) e 1,949 km prima di..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum