Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 21 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 21 Gennaio 35 - 70 cm Aperti
Airolo 21 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 21 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 20 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 21 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 21 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 20 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 21 Gennaio 40 - 120 cm Aperti
Aprica(SO) 21 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 21 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 21 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 21 Gennaio 40 - 80 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 21 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CLAMOROSA svolta modellistica: a tutta forza verso l'inverno!

Nuova frenata della corrente a getto; l'alta pressione farà muro e farà piombare nel gelo tutto l'est europeo, raggiunto a più riprese da masse d'aria fredda in discesa dal Polo, riflessi a tratti anche in Italia.

In primo piano - 26 Novembre 2016, ore 08.48

L'irruzione fredda tra lunedì e martedì, destinata rapidamente ad esaurirsi entro mercoledì mattina, probabilmente non resterà isolata. Lo dicevamo ieri: i modelli avevano bisogno di ritrovare un nuovo equilibrio per disegnare scenari sufficientemente credibili per la prima decade di dicembre e pare che ci siano riusciti.

Da tempo mancava anche una convergenza tra loro nel lungo termine: stamane hanno trovato anche quella, proponendo tra la serata di domenica 4 e martedì 6 dicembre una nuova irruzione fredda da nord-est, con ripercussioni anche nevose in Appennino.

Insomma l'ipotesi degli scambi meridiani importanti, dovuta ad una serie di fattori che abbiamo già esposto e che vanno ricondotti ad una debolezza del vortice polare troposferico e a un riscaldamento stratosferico in area siberiana,
potrebbe davvero concretizzarsi.

In pratica la corrente a getto non avrà la forza di spingere a dovere e l'alta pressione europea non verrà schiacciata ed umiliata ma erigerà un muro contro le miti correnti atlantiche, favorendo invece la ripetuta discesa di correnti artiche verso l'Europa orientale e in parte anche verso l'Italia.

La seconda irruzione fredda potrebbe verificarsi tra il 4 ed il 6 dicembre, la terza subito dopo l'Immacolata e ogni volta che ci raggiungerà, l'aria fredda risulterà sempre più gelida, con risvolti tutti da verificare.

Attendibilità? Evoluzione già fiutata ieri, lo dicevamo tra le righe del fantameteo, pur tra molte perplessità, ribadita con forza oggi, stante la ritrovata convergenza modellistica e dunque possibile almeno al 45-55%. 

Certo nel meteo mai dire gatto senza averlo nel sacco, ma oggi si è fatto un grosso passo avanti verso l'inverno vero.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 11.07: A10 Genova-Ventimiglia

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Raccordo A10 - A06 al Km 44 (Km. 44,7) e San Bartolomeo (Km. 10..…

h 11.02: SS115 Sud Occidentale Sicula

frana

Caduta massi a 12,355 km prima di Bivio Per Caltabellotta (Km. 134,5) in direzione Trapani/Innest..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum