Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio n/d Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 25 Settembre - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 25 Settembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 21 Settembre - assente - Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio n/d Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 31 Agosto - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Battuta d'arresto all'estate Mediterranea da giovedì 14 luglio in avanti?

Una figura piuttosto vistosa di bassa pressione, POTREBBE riguardare l'area centrale d'Europa, poco prima d'essere giunti alla prima metà di luglio. Vediamo nel dettaglio di fare il punto della situazione e valutare quante siano le possibilità d'avere o meno questo passaggio perturbato anche per il nostro Paese.

In primo piano - 5 Luglio 2016, ore 21.15

Situazione attuale: ennesima giornata di cielo sereno o poco nuvoloso su diverse delle nostre regioni italiane. L'unica doverosa eccezione riguarda ancora una volta i settori settentrionali del nostro Paese che sono stati quest'oggi interessati da alcune modeste manifestazioni temporalesche su Alpi e Prealpi, specie nei settori più occidentali (Piemonte). Le incudini di questi temporali si sono poi distese sulle pianure delle zone limitrofe, annuvolando i cieli di regioni come Piemonte, Lombardia e Liguria nelle ore tardo pomeridiane. Altrove il sole si è imposto senza problemi. Valori termici estivi, tassi elevati di umidità relativa, portano sulle pianure e sulle coste, condizioni di clima afoso. La ventilazione risulta debole, i mari poco mossi.

L'alta pressione ancora protagonista della scena atmosferica sul bacino del Mediterraneo.

Ormai da diversi giorni, la circolazione atmosferica a livello generale europeo, contempla la presenza delle due grandi figure bariche protagoniste di molte delle estati italiane del lontano passato; abbiamo infatti sul comparto settentrionale dell'oceano Atlantico, una vasta depressione apportatrice di tempo instabile, fresco e ventoso, alle latitudini mediterranee e sulla Penisola Iberica, abbiamo invece l'anticiclone delle Azzorre che ormai da molti giorni governa il tempo del nostro Paese. Tali condizioni dovrebbero protrarsi almeno sino alla giornata di mercoledì 13 luglio.

Temperature ed umidità; cosa dovremo aspettarci?

Con l'arrivo del weekend sabato 9, domenica 10 luglio, masse d'aria più calde di origine subtropicale africana, verranno richiamate sui settori centro-occidentali del Mediterraneo, arrivando a coinvolgere anche il nostro Paese. Ne deriverà un generale peggioramento delle condizioni di caldo ed afa che condurranno l'area centrale mediterranea ad uno dei più importanti picchi di calura di questa estate 2016.

Nulla di eccezionale, ma nel periodo compreso tra sabato 9 e mercoledì 13 luglio, i valori termici previsti nelle zone interne interne del nostro Paese potranno raggiungere e talora superare la soglia dei +35°C. Punte sino +38°C nelle zone interne delle regioni meridionali. Valori meno caldi lungo le coste, dove però l'atmosfera risulterà afosa a causa degli alti livelli di umidità relativa qui presenti.

LUNGO TERMINE: cambiamento del tempo da giovedì 14 luglio in avanti, ipotesi fantastica?

Il picco di calura previsto sui settori centrali del Mediterraneo tra sabato 9 e mercoledì 13 luglio, verrà in realtà ad inserirsi all'interno del richiamo cosiddetto "prefrontale" dato dall'approfondimento di una vistosa saccatura sull'Europa occidentale.

Tale linea di tendenza rimane attualmente confermata da diversi aggiornamenti; le regioni centrali d'Europa appaiono come le principali candidate a ricevere un impulso perturbato che porterebbe qui temporali di forte intensità. INCERTA la posizione del nostro Paese, anche se le nostre regioni settentrionali appaiono al momento i settori più quotati a ricevere da giovedì 14 luglio in avanti, una sfuriata temporalesca cui farebbe seguito un calo fisiologico delle temperature.

Ulteriori dettagli in tal merito negli aggiornamenti di domani.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum