Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 04 Maggio n/d Chiusi
Abetone(PT) 04 Maggio n/d Chiusi
Adelboden 31 Maggio n/d Chiusi
Airolo 31 Marzo n/d Chiusi
Ala di Stura(TO) 04 Aprile n/d Chiusi
Alagna Valsesia(VC) 18 Aprile n/d Chiusi
Alleghe(BL) 25 Settembre - assente - Chiusi
Alpe Cermis(TN) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Mera(VC) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alpe di Siusi(BZ) 25 Settembre n/d Aperti
Alta Badia(BZ) 07 Settembre - assente - Chiusi
Alta Pusteria(BZ) 23 Giugno n/d Chiusi
Altopiano di Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Altopiano di Vezzena(TN) 04 Aprile n/d Chiusi
Andalo(TN) 18 Aprile n/d Chiusi
Andermatt 21 Settembre - assente - Chiusi
Aprica(SO) 15 Aprile n/d Chiusi
Arcidosso(GR) 04 Maggio n/d Chiusi
Argentera(CN) 12 Aprile n/d Chiusi
Arosa 31 Maggio n/d Chiusi
Artesina(CN) 11 Aprile n/d Chiusi
Asiago(VI) 23 Aprile n/d Chiusi
Auronzo di Cadore(BL) 04 Aprile n/d Chiusi
Avoriaz 25 Aprile n/d Chiusi
Ayas(AO) 31 Agosto - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ANALISI MODELLO AMERICANO: brusco cambiamento del tempo a partire dal nord?

CONFERMATO anche dalle previsioni odierne, l'avvento di una fase di maltempo diretta al nostro Paese a partire da giovedì 14 luglio in avanti. Vediamo nel dettaglio cosa potremo aspettarci.

In primo piano - 5 Luglio 2016, ore 10.50

SITUAZIONE GENERALE. L'anticiclone di queste lunghe giornate d'estate, scandisce i ritmi dell'atmosfera; questo mese di luglio, almeno nella sua prima metà, sembra voler continuare a proporre uno scenario ancora caratterizzato dalla distensione dell'anticiclone delle Azzorre nella tipica modalità "estiva", lungo il bacino del Mediterraneo.

Una ripresa (modesta) degli scambi termici meridiani. 

Da un rallentamento parziale della "tensione zonale", cioè di quel flusso sinora teso e rettilineo di correnti occidentali oceaniche, conseguirebbe la formazione di una figura di bassa pressione il cui compito sarebbe quello di distribuire una massa d'aria fredda nord-atlantica sulla fascia delle medie latitudini, trascinando invece delle masse d'aria più calde di origine subtropicale verso le latitudini più elevate. Niente di più niente di meno che la più classica delle dinamiche ondulatorie di stampo "meridiano", frutto in questo caso uno scambio termico modesto ma pur sempre sufficiente ad organizzare una figura di bassa pressione pronta a guadagnare in un battibaleno i settori centrali d'Europa.

Cosa succederebbe se la corrente a getto si arrestasse quasi completamente?

Un blocco totale della circolazione occidentale, determinerebbe uno sprofondamento della sopraccitata depressione dal Regno Unito alla Penisola Iberica, scatenando sui settori centrali del Mediterraneo, una rimonta d'aria rovente africana che in questo frangente dovrebbe invece essere messa fuori gioco. Certo la "paura" che possa scatenarsi un evento di questo tipo è ancora nella mente di molte persone, appassionate e non, che si deliziano nella presenza di una stagione estiva dinamica, avvincente ma mai troppo calda.

Un cambiamento del tempo rivolto ai settori centrali d'Europa entro la prima metà di luglio.

Un considerevole "pacchetto" d'aria fredda nord-atlantica, approderebbe giovedì 14 luglio direttamente al cospetto delle nostre regioni settentrionali. Dopo molti giorni di calura il risultato sarebbe uno soltanto; VIOLENTI TEMPORALI da contrasto che venerdì 15 luglio potrebbero espandersi anche sull'Italia centrale e su parte di quella meridionale. Le temperature subirebbero una drastica diminuzione, i venti freschi provenienti dall'oceano "scaccerebbero" via l'afa e le condizioni di caldo alle nostre estreme regioni meridionali, sotto i colpi del Libeccio e del Maestrale che, dopo molti giorni di "bonaccia", tornerebbero a soffiare vivaci sul nostro territorio nazionale.

Realtà o fantasia?

Nei prossimi aggiornamenti sapremo senza dubbio offrirvi maggiori dettagli. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum