Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 20 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Abetone(PT) 20 Gennaio 50 - 70 cm Aperti
Adelboden 20 Gennaio 37 - 70 cm Aperti
Airolo 20 Gennaio 10 - 40 cm Aperti
Ala di Stura(TO) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 20 Gennaio 15 - 180 cm Aperti
Alleghe(BL) 20 Gennaio 2 - 45 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 19 Gennaio 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 19 Gennaio 10 - 20 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 20 Gennaio 1 - 4 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 20 Gennaio 20 - 10 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 20 Gennaio 25 - 50 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 19 Gennaio 30 - 40 cm Aperti
Andalo(TN) 20 Gennaio 5 - 20 cm Aperti
Andermatt 20 Gennaio 40 - 130 cm Aperti
Aprica(SO) 20 Gennaio 25 - 45 cm Aperti
Arcidosso(GR) 20 Gennaio 15 - 40 cm Aperti
Argentera(CN) 16 Gennaio 35 - 120 cm Aperti
Arosa 20 Gennaio 60 - 100 cm Aperti
Artesina(CN) 20 Gennaio 50 - 90 cm Aperti
Asiago(VI) 17 Gennaio 5 - 40 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 17 Gennaio 10 - 15 cm Aperti
Avoriaz 20 Gennaio 80 - 90 cm Aperti
Ayas(AO) 20 Gennaio 35 - 80 cm Aperti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

A Capodanno svolta meteo o no?

Tutte le ultimissime opzioni per Capodanno e giorni seguenti.

In primo piano - 19 Dicembre 2016, ore 11.26

Nessun vero scossone per Natale ma da fine anno possibili cambiamenti?

Il modello americano fa chiaramente intuire che nulla è precluso e che la possibilità che l'anticiclone possa pulsare, cioè spingersi verso il nord del Continente ci sono tutte, andando a riproporre almeno in parte gli schemi barici già osservati sulle mappe tra la fine di novembre ed oggi, pur senza poi trasformarsi in realtà sull'Italia, se non parzialmente.

In ogni caso l'opzione al momento più probabile vede uno sganciamento dell'anticiclone verso nord-est proprio per gli ultimissimi giorni del 2016 e l'inserimento di una massa d'aria piuttosto fredda lungo le regioni adriatiche e sul meridione, con conseguenti deboli nevicate lungo l'Appennino, anche a bassa quota.

Per i primi di gennaio, sembrerebbe invece da non escludere un secondo e più massiccio inserimento di correnti orientali, associato a freddo intenso e neve ancora una volta lungo i versanti adriatici e sul meridione, ma tutte queste ipotesi risultano un po' estreme e con margini di attendibilità non superiori al 15%.

Tutto questo serve comunque per evidenziare come il monologo dell'Atlantico, con le sue miti correnti da ovest, non paia affatto scontato.
Insomma questa tendenza alle retrogressioni di aria fredda da nord-est o da est, troverebbe conferma in molti run perturbatori.

Trasformarli in realtà non sarà certo facile, ma rispetto alle precedenti stagioni, condizionate dai capricci della stratosfera, questo gennaio sembrerebbe partire con presupposti leggermente diversi.

Seguite gli aggiornamenti...


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 16.59: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code causa traffico intenso nel tratto compreso tra Bologna Borgo Panigale (Km. 4,8) e Allacciament..…

h 16.56: A56 Tangenziale Di Napoli

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Doganella (Km. 19,8) e Corso Mal..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum