Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
Abbadia San Salvatore(SI) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Abetone(PT) 28 Marzo 20 - 40 cm Aperti
Adelboden 28 Marzo 0 - 90 cm Aperti
Airolo 26 Marzo - assente - Chiusi
Ala di Stura(TO) 23 Marzo 10 - 20 cm Aperti
Alagna Valsesia(VC) 27 Marzo 20 - 220 cm Aperti
Alleghe(BL) 28 Marzo 30 - 80 cm Aperti
Alpe Cermis(TN) 23 Marzo 5 - 50 cm Aperti
Alpe di Mera(VC) 23 Marzo 10 - 50 cm Aperti
Alpe di Siusi(BZ) 28 Marzo 0 - 20 cm Aperti
Alta Badia(BZ) 28 Marzo 5 - 30 cm Aperti
Alta Pusteria(BZ) 28 Marzo 20 - 60 cm Aperti
Altopiano di Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Altopiano di Vezzena(TN) 23 Marzo 30 - 50 cm Aperti
Andalo(TN) 28 Marzo 0 - 90 cm Aperti
Andermatt 28 Marzo 10 - 380 cm Aperti
Aprica(SO) 28 Marzo 20 - 100 cm Aperti
Arcidosso(GR) 21 Marzo 0 - 30 cm Chiusi
Argentera(CN) 25 Marzo 35 - 160 cm Aperti
Arosa 28 Marzo 80 - 150 cm Aperti
Artesina(CN) 27 Marzo 20 - 70 cm Aperti
Asiago(VI) 23 Marzo 0 - 30 cm Aperti
Auronzo di Cadore(BL) 21 Marzo 20 - 0 cm Chiusi
Avoriaz 28 Marzo 60 - 150 cm Aperti
Ayas(AO) 27 Marzo - assente - Chiusi
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 15 giorni: l'instabilità in chiave INVERNALE anche nella seconda metà di febbraio?

Si rinnova anche nel lungo periodo un trend favorevole ad una certa dinamicità atmosferica in chiave spesso e volentieri INSTABILE. Se tale linea di tendenza fosse confermata, la neve specie sulle regioni settentrionali, potrebbe spingersi sino a bassa quota.

Fantameteo 15gg - 8 Febbraio 2016, ore 15.45

Si preannuncia una mensilità dalle caratteristiche differenti rispetto ai due mesi che l'hanno preceduta; già in questi giorni un ribasso del Fronte Polare determina infatti condizioni atmosferiche irrequiete ma abbiamo una discreta probabilità che questa situazione possa rinnovarsi anche nel prossimo futuro. Le perturbazioni veicolano sul Mediterraneo masse d'aria di origine polare-marittima, queste ultime apportano frequenti oscillazioni di temperatura e nevicate talora abbondanti, specie sulle Alpi.

Ebbene seppur tra alti e bassi, tale evoluzione potrebbe accompagnarci anche nella seconda metà di febbraio, momento in cui assisteremo ad un certo indebolimento delle vorticità zonali sull'Europa e sull'oceano Atlantico settentrionale. Le prime linee di tendenza in nostro possesso, mettono infatti in evidenza la ripresa seppur timida della circolazione atmosferica cosiddetta "meridiana", nella quale masse d'aria più fredde di origine artica, tornerebbero ad interessare i settori meridionali d'Europa ed il bacino del Mediterraneo.

A livello generale europeo sarebbero quindi due i protagonisti del palcoscenico atmosferico generale; il podio spetterebbe sicuramente ad una vistosa e complessa depressione alimentata e rinnovata proprio dal flusso continuo d'aria moderatamente fredda in discesa dalle latitudini scandinave, dritta verso l'Europa centrale e meridionale. A questo punto subentrerebbe il secondo protagonista; l'azione instabile portata da tali masse d'aria sarebbe infatti subordinata alla perenne, costante attività depressionaria garantita ancora dalle grandi depressioni di origine nord-atlantica.

Queste ultime sarebbero inserite in un contesto nel quale il Vortice Polare, subendo un fisiologico indebolimento dovuto all'avanzare della stagione, concederebbe diversi "strappi" della corrente a getto, favorendo una maggiore ingerenza depressionaria rivolta alle medie latitudini d'Europa.

Tanti giri di parole per descrivervi insomma il mantenimento di una circolazione atmosferica "disturbata", che trarrebbe linfa vitale dal fisiologico quanto inevitabile avanzamento stagionale. Coerentemente con quanto descritto, l'assetto termico risulterebbe in linea col periodo stagionale e le precipitazioni risulterebbero piuttosto frequenti, potendo almeno in parte bilanciare i pesanti deficit negativi registrati in questo autunno/inverno 2015-2016. 

La previsione viene confermata anche dai centri di calcolo cosiddetti "minori" ma resta pur sempre un'evoluzione riferita a LUNGO TERMINE e pertanto bisognosa anche di altre conferme. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 21.27: A18 Diramazione per Catania

incidente

Incidente nel tratto compreso tra 2,434 km dopo S.Gregorio-Allacciamento A18 Messina-Catania (Km. 4..…

h 21.20: A1 Milano-Bologna

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Reggio Emilia (Km. 138,2) e Terre di Canossa - Campegine in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum